Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian

Spiegazioni sulle preghiere congregazionali di Tarawih?(2)

In congregazione in moschea o individualmente a casa? Offrire preghiere meritorie individuali in casa e lontano dalla congregazione in moschea è altamente raccomandato dal Profeta (S), poichè discendono maggiori benedizioni sulla casa e la famiglia ed aiutano l’educazione islamica dei bambini.

 

-          Il Profeta (S) disse: “Oh gente! Offrite le preghiere nelle vostre case, perché la migliore preghiera di una persona è quella realizzata nella sua casa, ad eccezione delle preghiere (congregazionali) doverose.”

[Sahih al-Bukhari, volume 9, libro 92, numero 393]

[al-Nasa’i, Sunan, volume 3, p. 161, p. 198]

-          Una volta Abdullah bin Mas’ud chiese al Profeta (S): “E’ meglio pregare nella mia casa o nella moschea?” Il Profeta (S) rispose: “Non hai visto quanto è vicina la moschea dalla mia casa? Pregare nella mia casa è da me più amato del pregare nella moschea, ad eccezione delle preghiere doverose.”

[Ibn Majah, Sunan, volume 1, pag. 439, numero 1378]

-          Narra Zayd bin Thabit: il Messaggero di Allah (S) fece una piccola stanza (con una stuoia della foglia di palma). Egli (S) uscì (dalla sua casa) e pregò in essa. Alcune persone giunsero per unirsi alle sue preghiere. Anche la notte successiva essi vennero per pregare, ma il Profeta (S) ritardò e non uscì fuori da loro. Così essi alzarono la loro voce e colpirono la porta con piccole pietre (per richiamare la sua attenzione). Allora egli uscì verso di loro in stato di rabbia, dicendo: “Voi state insistendo (sul vostro atto) in tal modo che ho paura che questa preghiera diventi obbligatoria per voi. O gente! Offrite queste preghiere nelle vostre case, perchè la miglior preghiera di una persona è quella offerta in casa, ad eccezione delle preghiere obbligatorie (congregazionali).”

[Sahih al-Bukhari, volume 8, libro 73, numero 134]

 

 

Gli Imam della Shi'a non hanno pregato Tarawih?

All’Imam al-Baqir (‘a) ed all’Imam al-Sadiq (‘a) venne chiesto riguardo la permissibilità di offrire le preghiere meritorie in congregazione durante le notti di Ramadan. Entrambi hanno narrato una tradizione del Profeta (S) dove egli dice:

-          “In verità, la realizzazione di nafila (preghiere raccomandate) in congregazione durante le notti di Ramadan è un’INNOVAZIONE… O gente! Non realizzate le preghiere nafila di Ramadan in congregazione…Senza dubbio, realizzare un atto minore di adorazione che è in accordo con la sunna è migliore della realizzazione di un atto maggiore di adorazione che è un’innovazione.”

[al-Hurr al-`Amili, Wasa’il al-Shi`ah, volume 8, pag. 45]

 

Questa posizione degli Imam della progenie del Profeta è confermata da un sapiente ben conosciuto tra gli Ahl al-Sunnah che scrive:

-          “La progenie del Profeta (S) afferma che la congregazione in Tarawih è un’INNOVAZIONE”.

[al-Shawkani, Nayl al-Awtar, volume 3, pag. 50]

 

 

Cosa dicono i sapienti Sunniti sulla preghiera Tarawih a casa?

“I sapienti convergono sui suoi meriti, ma differiscono se sia migliore pregare individualmente in casa o in congregazione in moschea.” Al-Nawawi, il famoso commentatore del Sahih Muslim, continua elencando i sapienti che appoggiano la seconda posizione. Egli poi scrive: “Malik, Abu Yusuf, alcuni sapienti Shafi’iti ed altri dicono che è preferibile pregare essa individualmente in casa.”

[al-Nawawi, Sharh Sahih Muslim, volume 6, pag. 286]

 

 

Conclusione

La Shi'a incoraggia sempre a realizzare la preghiera della notte – chiamata Tahajjud o Qiyam al-Layl o Salat al-Layl – nell’ultima parte della notte di ogni mese, ed in particolare durante il mese santo di Ramadan. E’ anche raccomandato offrire preghiere meritorie nawafil durante le notti del Ramadan. Essi però realizzano queste preghiere meritorie principalmente nelle loro case e mai in congregazione. Facendo così, si attengono al Corano ed alla Sunnah del Profeta Muhammad (S).

 

Traduzione a cura di Islamshia.org 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna