Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Mercoledì, 03 Febbraio 2016 05:11

Brevi Lezioni per un’Educazione Islamica

Brevi Lezioni per un’Educazione Islamica
Terza Lezione, il Comportamento delle Bambine Musulmane Ormai mancano solo un paio di giorni alla festa di Zaynab. Oggi, incuriosita, Zaynab chiede alla mamma: “Mamma, tu che hai solo un figlio maschio, non ti sarebbe piaciuto averne di più, per esempio non sarebbe stato meglio se fossi nata maschio?”.

La mamma le sorride e le risponde con pazienza: “Zaynab cara, devi sapere che una volta il Profeta Muhammad - sallallahu °alayhi wa alihi wa sallam - disse: “La casa in cui è presente una famiglia con tante figlie, riceve ogni giorno dodici tipi di benedizioni da Dio. Gli angeli vengono sempre in questa casa e ogni giorno scrivono per il padre il merito delle adorazioni di un anno intero. Il Profeta stesso - sallallahu °alayhi wa alihi wa sallam - voleva molto bene a sua figlia Fatimah - salamullah °alayha - , prima di andare in guerra era l’ultima persona che salutava, e, quando tornava, era la prima che andava a trovare. Si alzava per rispetto, quando Fatimah entrava. Devi sapere che le bambine sono molto importanti per Dio, poiché un giorno diventeranno mamme ed educheranno le donne e gli uomini del futuro. Ti ricordi che una volta ti ho detto che il Paradiso è sotto i piedi delle madri? Questo perché esse sono molto importanti e devono essere rispettate dai loro figli”.

 

Ma°sumah sta giocando con i suoi cugini Paolo e Michele e dice a Zaynab: “Dai vieni a giocare anche tu!”, però Zaynab sa che ormai è diventata grande e non può più giocare con loro come in passato, non può più toccarli o dare loro la mano. Adesso non si fa più aiutare a fare i compiti da Paolo, ma si rivolge a suo fratello Muhammad.

L’altro giorno uno dei suoi compagni di classe l’ha invitata a una festina, ma Zaynab ha deciso di non andare, sa che non bisogna mescolarsi tra maschi e femmine, a meno che non sia necessario, come a scuola. La mamma ha promesso di organizzare una festa per il suo compleanno in Dicembre, a cui inviterà solo le sue compagne di classe.

L’altro giorno una delle vicine, la signora Rossi, che è un’anziana signora che vive da sola, stava pulendo il suo giardino, Zaynab notò che la signora Rossi era molto stanca e aveva bisogno di riposarsi, allora Zaynab, che era appena tornata da scuola, si avvicinò e le disse: “Buongiorno signora Rossi (Zaynab saluta sempre le persone che conosce), come sta? Mi sembra molto affaticata, perché non si riposa un attimo, se vuole posso aiutarla io a pulire il giardino”. La signora Rossi accettò con piacere la proposta di Zaynab, si riposò un attimo e poi andò a preparare due coppe di gelato che mangiarono insieme.

Intanto la mamma, fiera del comportamento della propria figlia la stava guardando dalla finestra, quando Zaynab entrò in casa, si complimentò con lei per il suo comportamento, però Zaynab disse: “Sai mamma, io voglio molto bene alla signora Rossi, e l’aiuto volentieri, però a volte quando noi e le altre bambine del vicinato giochiamo fuori, si lamenta molto.” La mamma le rispose: “Zaynab cara, devi sapere che c’è un hadith che dice che comportarsi bene con i propri vicini non significa solo fare loro del bene, ma anche sopportare le loro lamentele e, se possibile, anche i loro comportamenti che non sono corretti”.

Ma°sumah e Zaynab stanno giocando, a un certo punto Ma°sumah dice a Zaynab una brutta parola, la mamma la prende in braccio e le spiega che non deve ripetere tutte le cose che sente al parco dagli altri bambini, perché certe parole hanno un brutto significato e a Dio non piace che da una bocca pulita, come quella di una bambina musulmana, escano brutte parole.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna