Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Venerdì, 04 Ottobre 2013 17:15

Giornata degli sposi: unione celestiale Imam Ali e santa Fatima – la pace sia con loro

Giornata degli sposi: unione celestiale Imam Ali e santa Fatima – la pace sia con loro
Il primo giorno del mese islamico di Zil-Hajja è un giorno memorabile per la cultura islamica, in Iran quest’anno coincide con lunedì 15 Mehr (il settimo mese nel calendario persiano) e con il 7 ottobre, nel calendario romano.

 

La tradizione tramanda che in questo giorno si sposarono due delle massime figure della religione islamica, il primo imam degli sciiti, l'emiro dei credenti, Ali ebn Abitaleb (la pace sia con lui) e la venerate figlia del profeta dell'Islam, la santa Fatima (la pace sia con lei). Un giorno molto caro agli iraniani che lo commemorano come la Giornata degli Sposi, per consacrare quell'unione coniugale.

L'imam Ali, cugino primo e genero dell'ultimo messaggero di Dio, e' il successore del Profeta e il primo imam nell’Islam Sciita.

 

Fatima al-Zahra fu l'unica figlia del profeta Muhammad ad assicurargli una discendenza, grazie alla nascita di al-Hasan ibn Ali e al-Hussain ibn Ali avuti dal matrimonio con l’Imam Ali.

 

L'unione tra i due, che saranno l'esempio di "famiglia islamica" per eccellenza darà vita a Hassan, Hussain, Zainab (la pace sia con loro). Sono di loro discendenza tutti gli Imam rispettati da tutti i musulmani e considerati prescelti del Signore da parte della confessione islamica sciita.

 

È rimasto nella storia un aneddoto riguardante il matrimonio di Ali e Fatima (la pace sia con loro). Era la sera del matrimonio di Alì e Fatima. Tutti erano contenti per l’importante e felice avvenimento. Quella sera Fatima indossava un abito nuovo. Una donna povera andò alla sua casa e le chiese della carità, Fatima tornò in casa e iniziò a guardare il suo abito da sposa e quello che aveva in casa.

 

Allora si ricordò del versetto 92 della sura della famiglia di Imran, nel Corano, che dice: "Non sarete veramente buoni fino a quando non donerete di ciò che amate".

 

Ed allora Fatima donò di ciò che amava e diede alla donna il suo vestito nuovo e andò a indossare quello vecchio.

 

Ali un giorno disse: "Fatima non mi fece mai arrabbiare e ogni volta che la guardavo dimenticavo tutti i miei dolori".

 

Formare la famiglia in base ad uno schema giusto è uno degli aspetti più importanti della vita umana e dal punto di vista di Islam Sciita, il matrimonio di Ali e Fatima è un vero e proprio schema che è in grado di mostrare la strada giusta verso la felicità eterna della famiglia.

 

La storia islamica non ha mai visto un uomo e una donna così come Ali e Fatima. Si sposarono questi due giovani con il dono nuziale (mahr) e la dote molto semplici, evitando un matrimonio costoso come quello che è troppo diffuso tra i giovani di oggi.

 

La proposta di matrimonio, il mahr, la dote e l’unione tra Ali e Fatima, anche la casa in cui cominceranno la loro vita, tutti furono basati sulle lezioni divine che impareranno dal Profeta dell’Islam e quindi furono provenienti dal cielo.

 

Il matrimonio nell'Islam non è finalizzato unicamente alla riproduzione della specie umana, ma è rivolto anche all'amore, alla comprensione, alla benevolenza e al piacere all'interno della coppia, e questo genera barakat (benedizioni), oltre tutto questo, l’unione tra Ali (AS) e Fatima (SA) avvenne in stile assai modesto, senza esagerazioni e sprechi comuni durante i matrimoni di quel tempo, e l’Imam Ali, non potendo permettersi un mahr elevato per sua moglie, vendette la sua stessa armatura al prezzo di 500 dinari.

 

Le evidenze storiche mostrano che tutta la vita coniugale dell’Imam Ali e di Fatima az-Zahra fu, sin dall’inizio alla fine, assai semplice e priva di lusso.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna