Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Sabato, 29 Giugno 2013 05:41

Il merito del controllo dell’ira

Il merito del controllo dell’ira
Il comportamento di chi è coraggioso è basato sulla saggezza e sulla serenità d’animo.
Egli si adira nelle situazioni appropriate ed è paziente e controllato. La sua ira ha la misura giusta e, se si vendica, lo fa con ragione e discrezione. Egli sa bene chi dovrebbe perdonare, e cosa trascurare ed ignorare.

- La rabbia di un vero credente è per amore di Dio. Nello stato d’ira, egli tiene in mente i propri doveri, i diritti delle creature e non opprime mai nessuno. Egli non fa uso di un linguaggio indecente, né agisce in modo indiscreto. Tutte le sue azioni sono basate su considerazioni razionali e concordano con le norme della giustizia e delle Leggi Divine. Egli agisce sempre in modo da non doversi mai pentire delle sue azioni.

- L’Imam ‘Ali (as) disse: “La persona più potente è chi vince la sua rabbia con la pazienza”. [Al-Rayshahri, Mizan al-Hikmah, hadith n. 15027]

- L’Imam Ja’far al-Sadiq (as) disse: “Dio copre i segreti di colui che trattiene la propria rabbia {verso qualcuno}”. [Al-Majlisi, Bihar al-Anwar, vol. 73, p. 264 hadith n 11]

Quando l’ira è provocata…

Uno dei rimedi pratici contro l’ira è trattenerla e calmarla nella sua primissima fase, quando il proprio intelletto è ancora in controllo.

- L’Imam al-Baqir (as) disse “..si cerchi di fare sedere chiunque sia adirato se è in piedi; perché, certamente, fare questo allontanerà da lui la corruzione di Satana. E chiunque si adiri con un membro della sua famiglia, lasci che gli si avvicini e lo tocchi {gentilmente}, perché il sentimento dell’affiliazione familiare, quando è stimolato dal contatto, induce calma”. [Al‑Kulayni, al‑Kafi, vol. 2, p 302, hadith n. 2]

- L’Imam ‘Ali (as) disse: “Quando una persona si arrabbia, se è in piedi, dovrebbe immediatamente giacere {sedersi} in terra per un momento, poiché ciò rimuove la corruzione di Satana dal suo cuore in quel momento”. [Al-Rayshahri, Mizan al-Hikmah, hadith n. 15059]

Fonte: islamshia.org

 

Galleria immagini

{gallery}87770{/gallery}

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna