Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Giovedì, 12 Giugno 2014 17:30

Il sangue dei dinosauri? né caldo né freddo

Il sangue dei dinosauri? né caldo né freddo
Studiare la vita degli animali del passato è molto complesso, e per questo il dibattito sul metabolismo dei dinosauri è sempre molto vivace.

Avevano il sangue “freddo” come i rettili odierni, e quindi dipendevano dalla temperatura esterna, o il sangue “caldo” come noi mammiferi, che generiamo il nostro stesso calore indipendentemente dall’ambiente? Le ipotesi si sono combattute per anni, perché si basavano su dati e fossili parziali. Un articolo di alcuni ricercatori statunitensi rivoluziona il campo, usando un nuovo approccio e giungendo a conclusioni differenti da quelle note finora.

Diversi nel sangue.
John Grady e altri del suo gruppo di lavoro hanno studiato non solo il metabolismo (cioè il consumo di energia) a riposo e il tasso di crescita, ma anche la temperatura a cui vivevano; hanno poi fatto il confronto con decine e decine di altre specie di mammiferi, uccelli e rettili odierni. Hanno così scoperto che la velocità massima di crescita di tutti gli animali, e il metabolismo a riposo, sono collegati. Il risultato, per i dinosauri, è che la lorotemperatura non era né sempre calda né troppo variabile. Erano rettili, quindi, che riuscivano a mantenere il loro sangue a una temperatura che oscillava, ma non troppo. Per questo gli autori li definiscono “mesotermi” ‒ a metà strada tra endotemi ed ectotermi (vedi sotto). La loro crescita è veloce, ma non come quella dei mammiferi o degli uccelli, e la loro temperatura è simile a quella di altri animali che vivono nei climi freddi, come i tonni, la tartaruga liuto o alcuni squali. Queste specie hanno un sistema tutto loro per “rabbrividire” e tenersi al caldo anche nelle acque polari. Il sangue dei dinosauri non era quindi né caldo né freddo: forse era tiepido.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna