Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Venerdì, 08 Agosto 2014 04:06

Archeologia/Iran: decifrate le iscrizioni risalenti a 2250 anni fa a Susa

Archeologia/Iran: decifrate le iscrizioni risalenti a 2250 anni fa a Susa
TEHERAN-Sono state tradotte circa 2500 antiche iscrizioni di Susa risalenti  dall’esperto iraniano Abdolmajid Arfaei . 

Secondo quanto riferiscce l’agenzia Irna, citato dal quotidiano Tehran Times, Arfaei, che si è laureato presso l'Istituto Orientale dell'Università di Chicago, attualmente sta lavorando sulla decifrazione di una collezione di circa 2300 altre iscrizioni al castello di Susa.

“La maggior parte delle scritture sulle tavolette d’argilla è stata utilizzata nella costruzione di alcuni templi elamiti e la più antica iscrizione della collezione risale al 2250 aC” , ha detto Arfaei.

Il Codice di Hammurabi, scoperto dall'archeologo francese Jacques de Morgan nell'inverno 1901-1902 fra le rovine della città di Susa, è una fra le più antiche raccolte di leggi. Si conoscono altre raccolte di leggi promulgate da re sumerici e accadici, ma non sono così ampie ed organiche. Venne stilato durante il regno del re babilonese Hammurabi (o Hammu-Rapi), che regnò dal 1792 al 1750 a.C., secondo la cronologia media. Le disposizioni di legge contenute nel Codice sono precedute da un prologo nel quale il sovrano si presenta come rispettoso della divinità, distruttore degli empi e portatore di pace e di giustizia.

Il Codice di Hammurabi, una stele recante la collezione esistente più completa e perfetta di leggi babilonesi sviluppati durante il regno di Hammurabi (1792-1750 aC), è stato scoperto nei pressi del castello nel 1901 dal francese orientalista Jean-Vincent Scheil. Si è ora conservato al Louvre.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna