Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Sabato, 30 Maggio 2015 08:23

Iran, artigianato: "Un'eredita della civilta' persiana" (11), il Monabbat Kari

Da questa settimana vogliamo parlarvi di un altro settore  dell'artigianato della nostra terra  e cioe’ delle diverse tecniche di lavorazione del legno. ****** Questa settimana vogliamo descrivervi  la tecnica del Monabbat-kari, ovvero la lavorazione del legno ad intaglio.  “Adam Olearius” il viaggiatore tedesco, nel suo diario a proposito dell'arte del legno  scrisse: "In Iran si utilizza per realizzare  delle finestre  rettiformi ad intaglio  e viene utilizzato  anche per i  tetti degli  edifici". La tecnica del Monabbatkari consiste nella  creazione di manufatti  ad  incavo e a rilievo  su superfici  di  legno, ottenuti con l'uso  di diverse tipi di utensili, prendendo come riferimento dei precisi e dettagliati  schemi. Monabatkari e’ una parola  di origine  araba che intende la  crescita delle piante. Alcuni hanno il parere che questo tipo di  lavorazione, con motivi  floreali o che richiamano il mondo vegetale, rappresenta la crescita’ delle piante  e per tale motivo viene chiamata Monabat. Purtroppo a causa della scarsa resistenza del legno, non sono state ritrovate opere risalenti all'antichita'. La scultura piu’ antica  e' stata ritrovata  in Egitto e risale a 2500 anni a.C.. Anche sull'Altopiano Iranico  sono stati ritrovati alcune piccole sfere e cilindriche in legno con vari decori, dimostrando che pure  gli Ariani conoscevano quest'arte. Arthur Pope, iranologo americano, scrisse: “ L’arte dell' incisione sulle pietre preziose e sul  legno, risale a qualche migliaio di anni, prima della  dinastia  achemenide, ispirando successivamente anche i greci. ****** Fra i bassorilievi provenienti dalle citta' di Susa e Persepoli, situate nel parte sud e sud-ovet dell’Iran, ci sono anche alcuni oggetti di artigianato in legno. Dopo l’avvento dell’Islam in Iran (VII secolo d.C.) c'e' stato un periodo molto fiorente per quanto riguarda l’arte Monabat, realizzando con questo stile arredi per edifici sacri, come ad esempio porte, finestre, tavoli e minbar (pulpiti per le moschee). Nel periodo Safavide, porte, finestre, colonne, tavolini, stoviglie, impugnature di spada ecc.; vennero  realizzati  in legno utilizzando la tecnica dell'intaglio. Oggi possiamo notare questa tecnica su oggetti come bastoni,  candelieri e su diversi  tipi di strumenti musicali tradizionali,  come il tar, il setar ecc.;  oppure sui  ritratti di famosi personaggi, dove al posto del legno vengono usati altri materiali come il corno di bufalo o il corno di cervo. La piu’ antica lavorazione a Monabat, riguarda  una porta della Moschea Atigh nella citta' di Shiraz, che risale ai primi anni del nono secolo cristiano, e’ stata costruita in legno di pioppo  ed e' stata decorata con la tecnica ad intaglio. Quelle Successive  risalenti al decimo secolo, sono in legno di noce e riportano delle iscrizioni  in calligrafica cufica. Dopo la dinastia Safavide a causa dei confilitti e delle instabilita’ politche, quest’arte e’ stata quasi  dimenticata e venne ridiffusa successivamente con l'arrivo della dinastia Qajaride. Oggi la tecnica del Monabatkari, si usa soltanto per la realizzazione di oggetti ornamentali  e rientra in un settore molto importante per quanto riguarda l'artigianato del legno. La maggior parte di questi oggetti, vengono esportati all'estero. Le citta' piu' famose, per questo tipo di artigianto, sono: la citta' Abade situata nella regione Fars, Golpayegan situata nella regione Esfahan e la citta' di Buscher  nella regione Hormosgan. ****** Abbiamo due tipi di Monabatkari: uno con  disegni ad intagli molto piccoli e l'altro con disegni ad intagli abbastanza grandi. Si puo' utilizzare sia il legno, sia l'osso o l' avorio per la realizzazione di sculture, quadri o oggetti d'arte, decorati con motivi floreali, geometrici, ritratti e figure di animali ecc. Il miglior legno, adatto per questo tipo di arte, deve essere abbastanza morbido, resistente e liscio. Inoltre deve avere un bel colore, senza venature. Quelli utilizzati di solito sono: il legno di noce, acero, faggio,eucalipto, gioggiolo, pero, melograno ecc. Gli strumenti utilizzati sono il coltello, la sega, la raspa, la lima, la penna per intaglio e diversi tipi di lame. La tecnica si esegue in due maniera: una e' l'intaglio ad incavo con decori di tipo geometrico e disengi triangolari o lineari. la seconda e'  un intaglio in  rilievo con motivi floreali, figure umane o di animali ed ecc. Chi ha voglia di imparare la tecnica di MonabatKari deve prima fare un corso di disegno per l'artigianato, saper usare gli strumenti di lavoro e deve imparare a conoscere i vari tipi di legno con le varie tecniche di colorazione.    

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna