Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Sabato, 21 Febbraio 2015 05:47

Artigianato iraniano: "un'eredita della civilta' persiana" (8)

Artigianato iraniano: "un'eredita della civilta' persiana" (8)
Questa settimana in cui vi parleremo dell'arte e della storia della  realizzazione della ceramica dall'antichita’ fino ad oggi. A tra poco!   ****** Dalla ceramica derivano piasterelle e le tegole e i mattoni di ceramica. Una piastrella e’ formata da due parti: una parte realizzata da ceramica e la seconda parte che praticamente e’ uno smalto trasparente. La parola ceramica deriva dal greco antico; “ Keramos” che significa “argilla”, “terra da vasaio”  e’ un materiale fatto di un composto inorganico, non metallico , molto duttile allo stato naturale,rigido dopo la fase di cottura. Ma in lingua sanscritta significa  oggetto che ha subito il processo di cottura. Con la ceramica si producono diversi oggetti, quali stoviglie,ogetti decorativi, materiali edili( mattoni e tegole), rivestimenti per muri e pavimenti di abitazione. Specifiche composizioni ceramiche inoltre,si trovano nei rivestimenti ad alta resistenza al calore per il loro alto punto di fusione. Il colore del materiale della ceramica  varia a secondo degli ossidi cromofori contenuti nelle argille , e puo’ venire smaltata o decorata. La ceramica usualmente e’ composta da diversi materiali: argille, felspati( di sodio, di potasio o entrambe), sabbia silicea, ossidi di ferro, alluminio e quarzo. La ceramica e’ un oggetto artificiale a cui viene data una forma a temperatura ambiente che viene sucessivamente fissata in forni. Tra le diverse applicazioni della ceramica vi sono l’industria edilizia( laterizi) , I rivestimenti( piastrelle), le coperture( tegole) I sanitari. La ceramica è conosciuta fin dai periodi preistorici e si suppone che la sua invenzione sia avvenuta dal millennio a.C. Successivamete l’arte vide l’introduzione del tornio, che consenti' di ottenere facilmente oggetti aggraziati e di perfetta simmetria rispetto all’asse di rotazione. Nel corso dei secoli sono state introdotte numerosi tecniche, prima fra tutto quella del tornio, che ha permesso di realizzare piu’ facilmente vasi, anfore ed ecc. Un’altra tecnica introdotta,le cui pratica e’ testimoniata sin dal millennio a.C.  e’ la smaltatura della ceramica,cioe’ il rivestimento con paste che dopo la cottura diventano un rivestimento vetroso. La tecnica si sviluppa poi in maniera differente a seconda delle aree geografiche. ****** In passatto le ceramiche vennero utilizzate  per abbelire le case, le chiese, i templi e i mausolei , ma dal primo millennio a.C. fino al 16 esimo secolo in Messico e In America centrale vennero utilizzati anche nella realizzazione delle statue .In Egitto  vennero utilizzate per le  decorazione delle collone e delle  pareti  dei templi.Anche in Iran gli artisti utilizzavano diversi ossidi di metallo come l'ossido di rame,magnesio, Kobalto e stagno per la smatatura delle piasterelle  e cosi ottenevano un colore piu’ lucido e piu’ resistente. I primi pezzi della  ceramica ritrovati in Iran risalgono all'ottavo millennio a.C. nella regione di Kerman-sha e nel sito archologico:   della collina di Gang- Darreh, ed anche   nella "caverna Kamarband"  nella regione di Behshar. Da ricodare che sono stati ritrovati delle ceramiche  risalenti  al V millennio a.C. che  indicano  l'eta della presenza della tecnica della produzione della  ceramica in Iran. Il tempio di Chogha- Zanbil e’ un antico complesso di edifici di epoca elamita che si trova  nella regione del Khuzestan risalendo  all'  XIII secolo a.C.e si  sono stati ritrovati dei mattoni smaltati, inoltre sono state ritrovate delle ceramiche  rivestite da un tipo di smalto vetrato  ed infine   nella regione del Kurdistan e cio’  dimostra la conoscenza che la popolazione aveva della tecnica di smaltatura nei millenni a.C Nel periodo achemenide, sono state ritrovate tante piasterelle smaltate, nella regione di Susa e  Pasargad ( una citta’ dell’antica persia)  che hanno smalto di colore Blu,bianco,giallo e verde. Di questa epoca sono state ritovate  poche  stoviglie, ed esse presentano  uno smalto di colore bianco o sono  senza decorazione . Questo fatto perche’ I re achemenidi preferivano  stovaglie dorate e argentate per cui  si realizzavano  meno oggetti in ceramica. ****** Nel periodo Arsacide nel III secolo cristiano,  ci fu il periodo del  declino dell’industria della ceramica .la produzione di oggetti di ceramica venne completamente dimenticata  . Anche nel periodo sasanide quest'arte non ha avuto tanto successo. Dal VII secolo d.C cioe’ dal periodo islamico in Iran l’arte della ceramica ha avuto molto successo sopratutto nel 12esimo e 13esimo secolo d.C. In questo arco di tempo le ceramiche realizzate erano decorate  con la tecnica di Mina   ed avevano dipinti dorati. In era safavide l’arte della ceramica e’ diventata ancora piu’ evoluta  ed oggi abbiamo tanti oggetti di ceramica di colore blu e bianco che pure venivano esportati all’estero, ed erano soprattutto noti con il nome di Gambroon. Questi oggetti venivano chiamati  Gambroon da parte dei popoli europei, perche' venivano espotati all’estero dal porto di Gambroon (attuale porto di Bandar- Abbas). Oggi possiamo notare le piasterelle a 7 colori  utilizzate nella costruzione delle pareti  della moschea Imam e moschea Sheikh-Lotfollah a Isfahan.Queste piasterelle hanno una fama mondiale e sono pochi coloro che non le hanno sentite nominare. ******   Che  ruolo svolge la ceramica nel mondo di oggi?oggi stanno utilizzando la ceramica in vari settori ad esempio nella costruzione di utensili da pranzo,servizi da te’, accessori per il bagno, parti di elettrodomestici, interni ed esterni di edifici. Hanno stimato che un terzo dell’industria del mondo  e’ formata dall’industria della ceramica..  ******                      

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna