Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Venerdì, 14 Novembre 2014 17:52

Avicenna, padre della medicina moderna (1)

Avicenna, padre della medicina moderna (1)
 Oggi tutta la letteratura medica si avvale di una metodologia basata sulle evidenze. Cioè tutte le ricerche e gli studi pubblicati nel mondo devono rispondere a canoni rigorosamente scientifici sulla base, per intenderci, del “metodo galileiano”. Secondo la dizione anglosassone si parla di “evidence based medicine” (EBM), termine di origine recente, siamo agli inizi degli anni ’90, tuttavia le sue radici si sono svilupatte in tempi remoti.
Alcuni epistemologi sostengono che già nell’11° secolo Avicenna aveva formulato un approccio molto simile ai principi moderni a cui oggi si ispira la pratica clinica. Ibn Sinā, alias ‘Abū Alī al-Ḥusayn ibn ‘Abd Allāh ibn Sīnā o Pur-Sina, più noto in occidente come Avicenna (Balkh 980 – Hamadan 1037), è stato un medico, filosofo, matematico e fisico persiano. Scrisse circa 250 opere su molti argomenti, alcune di queste sono estese enciclopedie di tutto il sapere incluso nella filosofia, o di quello medico nel caso del Qānūn. Fu una delle figure più note nel mondo islamico della sua epoca.
 
In Europa Avicenna diventò un’importante figura medica dal 1200 grazie alla Scuola Madica Salernitana. Ai nostri giorni la medicina basata sull’evidenza è intesa come “applicazione delle migliori evidenze disponibili nella cura dei singoli pazienti, utilizzando stime matematiche di probabilità e di rischio-beneficio”. Ciò vuol dire che per scegliere le terapie, valutare la qualità delle cure e l’attendibilità degli esami per ottenere una diagnosi e la cura conseguente debba essere, in linea di principio, compatibile con il metodo scientifico.
http://iranmondo.blogspot.de/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna