Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Sabato, 08 Novembre 2014 11:12

Artigianato iraniano: "un'eredita della civilta' persiana" (2)

Artigianato iraniano: "un'eredita della civilta' persiana" (2)
      Salve gentili ascoltatori e benvenuti nel programma di oggi. Come ricorderete, la settimana scorsa abbiamo parlato dell' economia e dell’artigianato iraniano. Oggi continueremo il nostro discorso.   ***** Sono state proposte diverse argomentazioni per presentare l’artigianato. Secondo la definizione del  Dizionario Dehkhoda [il piu' autorevole dizionario di lingua persiana) “ L’artigianato e’ un’attivita’ lavorativa  in cui gli oggetti utili e decorati  vengono realizzati completamente a mano o tramite  semplici strumenti. Esempi di questo tipo sono : I tapetti,  le stoffe, i lavori in metallo  ecc L'artigianato e' generalmente  considerato  come un' attivita' tradizionale  ed anche parte integrante della  vita quotidiana. A differenza delle arti che implicano il perfezionamento di una tecnica creativa. Questo termine solitamente è applicato  alle metodologie di produzione tradizionale dei manufatti: gli articoli così prodotti hanno spesso un'importanza culturale e/o religiosa, che  contengono anche delle qualità estetiche.  Se una parte dell’artigianato si realizza con semplici macchinari il prodotto ottenuto e' considerato ancora  artigianato. Una delle sue caratteristiche  e’ la  creatvita’ e la  varieta’ che l'uomo  riesce ad ottenere nella produzione. L'artigianato dal punto di vista lavorativo puo’ essere considerato in due modi: quello fatto  in casa e quello realizzato  presso le piccole  imprese. Questo  aspetto puo' essere paragonato ad altre  piccole  fabbriche che  si trovano  in citta’ o nei vilaggi e non hanno bisogno di un alto  livello di  tecnologia , ma sono piuttosto   legate all'esperienza e alla tradizione;  sfruttando inoltre, per la maggior parte, le materie prime che si trovano  sul posto. L’ artigianato  rappresenta un aspetto della cultura,  del gusto e  del pensiero di ogni popolo, per questo motivo [nella cultura persiana] lo si include nel campo dell'arte. ******      L’attivita nei vari settori dell’artigianato non richiede  strumenti o apparecchiature complesse e neanche neccessita di grandi capitali. In questo settore I principali  elementi sono sopratutto l'estetica,  il talento  e l’abilita’ dell'artigiano.  La validita' e l'importanza di questo settore consistono innanzitutto nella facilita' di creare centri di produzione con la realtiva offerta di occupazione. La  produzione  e la vendita  di oggetti  di lusso o per l'uso quotidiano apporta  un beneficio economico,  tale da poter essere incluso  nei piani economici di una nazione.    Oggi l’artigianato viene  considerato  come un patrimonio comune all'intera umanita' e  puo' essere uno dei fattori  principali per l'avvicinamento e la  collaborazione fra i vari paesi nel mondo, sia in campo lavorativo, culturale e cosi via. Nel corso della storia, con l' avvento  della rivoluzione industriale  a meta'  del 18esimo secolo, la produzione in campo artigianale e' cambiata drasticamente portandolo alla quasi distruzione . Da quel momento in poi  e' dipeso dal sostegno piu' meno forte, o piu' meno  debole,  da parte di  ciascun governo.   Ad esempio in  un paese come l'India , l'artigianato, che occupa piu' di dieci milioni di lavoratori, apporta il 14% al prodotto interno lordo del Paese. Nei paesi europei invece,  la situazione e' molto diversa : l'apporto di questo settore al Pil nazionale e' insignificante. Secondo I dati statistici la produzione mondiale dell'artigianato e' pari a 14- 14/5 di miliardi di dollari  all'anno, di cui solo  4 miliaridi di dollari riguarda la vendita  dei tappeti . La Cina con 5 miliardi di fatturato nell'esportazione , e' al primo posto. In Iran l'apporto al prodotto interno lordo e' pari al 12%, mentre in altri paesi si parte da 16 al 18%. *****       In Iran, nei centri rurali sopratutto, le donne che si occupano della tessitura dei tappeti, delle stu-o-ie e in campo alimentare,  raggiungono una percentuale di occupazione che va dal 75 all' 80%. Apportando cosi' un grosso contributo al benessere familiare ed  evitando percio' la migrazione nelle grosse citta'. Fattore  che permette la stabilita' economica e sociale. Questo purtroppo, non e' abbastanza apprezzato dai Paesi che sono ancora in via di sviluppo.         L'Iran, uno stato ricco di materie prime, e per via della sua antica tradizione, ha una produzione artigianale  abbastanza fiorente. In base ai dati statistici quasi 10 milioni di lavoratori sono impiegati  in questo settore. L'artigianato iraniano comprende 20 tipi di lavorazioni e si suddivide in tre categorie principali: 1)  l'artigianato prettamente artistico, come ad esempio le miniature o gli oggetti dorati. 2)  l'artigianato per gli oggetti di uso quotidiano che hanno anche una valenza estetico-artistica, come ad esempio I tappeti e la lavorazione del vetro. 3)  l'artigianato  per la produzione di oggetti di uso quotidiano e di scarso valore artistico, come ad esempio: la terracotta, la ceramica, la lavorazione ai ferri delle lane, il confezionamento di indumenti tipici e la lavorazione delle stu-o-ie. Ogni categoria  si suddivide in decine di altre sottocategorie, che vi esporremo nelle prossime puntate.           .        

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna