Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 29 Febbraio 2016 07:27

Arash l'Arciere, la figura eroica della tradizione folklore iraniana

Arash l'Arciere, la figura eroica della tradizione folklore iraniana
Arash Kamangir è un arciere e la figura eroica della tradizione orale e folklore iraniana.

 

"Arash significa luminoso in avestico, una delle antiche lingue iraniane". La leggenda di Arash l'Arciere. «Quattromila anni fa, quando iniziò la guerra tra l'Iran e il paese confinante di Turan, Arash era un normale arciere dell'esercito iraniano. I turanici sopraffecero gli iraniani e misero sotto assedio la capitale. Poi, per umiliare gli sconfitti, costrinsero il re iraniano a un accordo. Un arciere iraniano avrebbe scoccato una freccia dall'Iran. Ovunque essa fosse caduta, quello sarebbe stato il nuovo confine tra i due paesi. Nessun arciere osava offrirsi volontario per quel compito, dal momento che tutti sapevano che nemmeno il migliore di loro sarebbe riuscito a scoccare una freccia più lontano di una lega. Quell'accordo significava perdere la maggior parte dei territori iraniani a favore del nemico, e nessuno voleva esserne il responsabile. Ma Arash fece un passo avanti e dichiarò di essere pronto a scoccare la freccia. Poiché non vi erano altri candidati, il re accettò la sua offerta. Arash scalò i monti Alborz e scoccò la sua unica freccia. Ma prima di lasciar andare la corda mise la propria vita nella saetta. La freccia volò per tre giorni e i cavalieri che la seguivano la trovarono il terzo giorno conficcata in un noce al confine originario tra Iran e Turan. Fu riportata la pace e la guerra finì. I turanici furono costretti a ritirarsi nel proprio territorio e in Iran tornarono la felicità e la prosperità. Ma Arash era scomparso. Aveva messo la propria vita nella freccia ed era morto all'istante. Tuttavia, la leggenda dice che è ancora qui, sul monte Damavand nel massiccio dell'Alborz — più noto come monti Alborz — e aiuta coloro che hanno smarrito la strada nei nebbiosi sentieri di montagna se invocano il suo nome.» Per gli Iraniani il sacrificio di Arash fosse più importante di qualunque prodezza dei supereroi americani. Arash aveva scoccato una freccia che avrebbe posto fine a una guerra senza colpire nessuno al petto e aveva dato la propria vita per farlo.

Il nome Arash è rimasto uno dei nomi più popolari tra gli iraniani.




https://www.facebook.com/groups/48339194929/

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna