Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
TEHERAN-Teheran, capitale iraniana, si prepara per ospitare la 27˚ edizione della fiera internazionale del libro che si terrà dal 30 aprile al 10 maggio 2014.
Stasera in Iran verrà celebrate la festa di Shab-e Yalda, la notte più lunga dell’anno, il solstizio d’inverno. E anche a Roma fervono i preparativi: frutti rossi, poesie di Hafez e il calore delle persone amate sono gli ingredienti fondamentali di questa festa romantica che simboleggia la vittoria della luce sull’oscurità.
teheran-Stasera tutta la nazione iraniana festeggia la Notte di Yalda. Il 21 dicembre, il Solstizio d’inverno durante il quale si ha la notte più lunga dell’anno, combacia con il primo giorno del mese “Dey”, il decimo mese del calendario persiano e con l’inizio dell’inverno. La parola Yalda nella lingua Assiro-Babilonesi significa “natività” Shab-e-Yalda oppure Shab-e-Cheleh in Persiano segna infatti la fine dell’autunno e l’inizio del freddo inverno ed è vissuta da tutte le famiglie iraniane. Dopo il tramonto le famiglie si radunano dai nonni o dagli amici per stare insieme e mangiare leccornie e tipi di frutta rimasti dell’estate e dell’autunno Nei vecchi tempi i nonni raccontavano storie e si giocava i giochi tradizionali. Ogni frutta messa sul tavolo simboleggia una cosa. Il melograno il ciclo della vita. Il cocomero, la mela, l’uva, i meloni dolci ed il cachi sono altre frutte speciali servite in questa notte e tutti sono simboli di freschezza, di calore, di amore, di bontà e di felicità. Si usa mangiare per esempio l’anguria per superare il freddo dell’inverno con l’allegria. Si usa anche fare desideri attraverso le poesie di Hafez(il grande poeta persiano).  
TEHERAN- Una conferenza internazionale su “Donne e il Risveglio Islamico” si apre a Teheran Martedì, con un discorso del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.
Il 13 di Rajab, che corrisponde al 4 giugno c.a., ricorre l’anniversario della benedetta nascita (wiladat) dell’Imam ‘Ali ibn Abi Talib (A), la prima stella del firmamento dell’Imamato. L’Imam ‘Ali (A) è infatti, secondo l'Islam Sciita, la prima guida religiosa, politica e spirituale legittima dopo il Nobile Profeta (S), del quale ha custodito, preservato e trasmesso la conoscenza e gli insegnamenti frutto della Rivelazione. In Iran in questa occasione si celebra anche la Festa del papà in cui le famiglie iraniane si riuniscono e dando I regali fatti ai propri papà festeggiano insieme questo grande evento.
TEHERAN- L'Iran ospita il 12° Festivale Internazionale della Radio ed il 4° Forum Internazionale della Radio nella provincia settentrionale del Gilan, nella stupenda cornice della riva del Caspio.
TEHERAN - L'Iran ospitera' la prima edizione del festival World Awakening Awards un nuovo evento dello scenario artistico internazionale.
MADRID- L'ambasciata iraniana a Madrid ha celebrato il 33 ° anniversario della Rivoluzione Islamica, che ha istituito un nuovo sistema politico basato sui valori islamici e la democrazia nel paese. Secondo Press TV, molti degli iraniani residenti a Madrid insieme ad altri ospiti provenienti da tutto il mondo hanno partecipato alla celebrazione Venerdì. Durante l'evento, l'ambasciatore iraniano in Spagna, Morteza Saffari Natanzi indicando ai legami storici con Madrid, ha aggiunto che gli iraniani hanno una visione molto positiva degli spagnoli e del loro paese. Egli ha anche auspicato che la Repubblica islamica possa costruire forti relazioni con il governo neo-eletto del primo ministro Mariano Rajoy. Il funzionario iraniano ha anche ricevuto un diploma onorario da un gruppo di diplomatici che hanno partecipato alla manifestazione. L’anniversario della vittoria della rivoluzione islamica e' stato celebrato in Iran l'11 febbraio, 10 giorni dopo il ritorno dell'Imam Khomeini, guida della rivoluzione al paese.
TEHERAN - Pubblichiamo con piacere il messaggio di una delle nostre care ascoltatrici.Spettabile Redazione Radioitalia,quando scoppiò la rivoluzione ero ancora bambina,ma sono sicura che se fossi nata in Iran, anche io ne avrei preso parte.Vi invio questa poesia con largo anticipo,così avete il tempo di programmare e inserirla,se volete,nella vostra scaletta del giorno11/febbraio (22 bahman).Il mio cuore pulsa per l'Iran,il mio cuore batte per la Rivoluzione.I miei migliori auguriAnna Giovanna Maludrottu IRAN Incantata magica Persia. Misteriosa preziosa signora. Con il velo nel vento il corso del tempo hai cavalcato. In creativa terra, fervida scienza riposto, favolosi tesori nell'orto nascosto, infinite risorse in mezzo alle rose piantato. Antiche' civiltà cullato, grandi uomini allattato. E quando, lo sgranare degli anni,nei rosari dei decenni, secoli e millenni,ti hanno invecchiato e consunto, tuo marito lo scià ,l'ultimo saluto ti ha dato. Nel mondo del sogno avvolto, nei libri di storia sepolto. Iran tua figlia chiamò. Immani imprese dovrà fare, un futuro nucleare sviluppare per il significato ribaltare. A passeggio nello spazio se ne andrà, saltellando sui pianeti di qua' e di là. Nell' alambicco della scienza, fede e fisica sublimare, preghiera e chimica distillare. Ritmi moderni in techno strumenti accordare, sulle note della matematica,robotica,informatica. La farsifonia come struggente melodia, per gli intelletti e i cuori aperti. Luce per il cosmo, faro d'avanguardia, umano progresso e scientifico spirito proietterà. Per gente ribelle, di settanta milioni di teste, in rivoluzione sempre, di Rivoluzione Permanente. Anna Giovanna Maludrottu
Domenica, 03 Luglio 2011 06:10

La storia delle morti silenziose

Passano oltre 23 anni dalla fine della Guerra imposta irachena contro la Repubblica Islamica dell’Iran. La sacra difesa dei giovani iraniani contro l’invasione del dittatore irachena ha durato per 8 anni.
Pagina 2 di 2