Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 08 Febbraio 2016 06:30

Parte (21): il mondo materiale e' come la schiuma sull'acqua

Parte (21): il mondo materiale e' come la schiuma sull'acqua
In questa settimana vi esporremo un'altra delle stupende immagini metaforiche che si trova nel Corano e che mette in evidenza l'identità e l'essenza del bene e del male.
Il mondo che il Corano vorrebbe, e' un mondo abbellito dalla giustizia, dalla sicurezza, dalla pace e dall'amicizia. Naturalmente per costruire un mondo simile ci vogliono sacrifici e soprattutto, bisogna saper distinguere il bene dal male, il vero dal falso, il giusto dal torto. Il Corano, con similitudini e metafore meravigliose, ci spiega l'importanza del saper distinguere il bene dal male ed e' proprio a una di queste immagini poetiche e metaforiche che dedichiamo il programma di oggi.

Nel verso 17 della sura Ar-Raad, il Tuono, leggiamo:

«أَنزَلَ مِنَ السَّمَاءِ مَاءً فَسَالَتْ أَوْدِیَةٌ بِقَدَرِ‌هَا فَاحْتَمَلَ السَّیْلُ زَبَدًا رَّ‌ابِیًا ۚ وَمِمَّا یُوقِدُونَ عَلَیْهِ فِی النَّارِ‌ ابْتِغَاءَ حِلْیَةٍ أَوْ مَتَاعٍ زَبَدٌ مِّثْلُهُ ۚ کَذَٰلِکَ یَضْرِ‌بُ اللَّـهُ الْحَقَّ وَالْبَاطِلَ ۚ فَأَمَّا الزَّبَدُ فَیَذْهَبُ جُفَاءً ۖ وَأَمَّا مَا یَنفَعُ النَّاسَ فَیَمْکُثُ فِی الْأَرْ‌ضِ ۚ کَذَٰلِکَ یَضْرِ‌بُ اللَّـهُ الْأَمْثَالَ »؛

Fa scendere l'acqua dal cielo, e le valli si inondano secondo la loro capienza, e la corrente trasporta schiuma gorgogliante, una schiuma simile a ciò che si fonde sul fuoco, per trarne gioielli e utensili. Così Allah propone a metafora del vero e del falso: si perde la schiuma e resta sulla terra ciò che è utile agli uomini. Così Allah propone le metafore. (13:17)
Immaginatevi l'acqua fresca e pura che scende dai monti e scorre nelle vallate. I piccoli rivoli e ruscelli si uniscono per dare vita a corsi d'acqua più grandi ed infine creare i fiumi.
Il fiume attraversa un percorso tortuoso e si infrange, sul suo tragitto, anche contro le pietre e gli scogli e così crea schiuma bianca. A tratti la superficie dell'acqua diventa bianca per la schiuma, ma l'acqua continua a scorrere sotto, inarrestabile.
La schiuma bianca non si forma solo sull'acqua, ma anche sui metalli quando sono allo stato liquido. Quando un metallo viene riscaldato e reso liquido per fabbricare un gioiello o un'arma, le sue impurità affiorano in superficie sottoforma di schiuma bianca.
Sapete a cosa assomiglia la schiuma bianca? Al male, al torto, al falso.
Come la schiuma sull'acqua, anche il male molte volte più essere molto presente, e farsi vedere a tal punto da coprire il bene, l'acqua stessa, ma alla fine l'acqua affiora ed il male si disintegra.
Nell'esempio del metallo, le impurità che affiorano vengono buttate via e rimane solo il liquido del metallo puro che viene usato dall'uomo.
Insomma, in situazioni instabili o in piccoli spazi temporali, ci vuole spiegare il Corano, e' anche possibile che il torto sia prevalente o che si mostri dominante ma ciò non e' mai permanente e prima o poi, il bene e la ragione mostreranno il loro volto.
L'acqua, in questa metafora, e' un qualcosa di autentico, di vero, mentre la schiuma e' solo un qualcosa di provvisorio, quasi una sorta di effetto illusorio; in verità non e' nulla.
Illusione, come illusione fù anche quella creata dai maghi del Faraone che dinanzi a Mosè fecero sì che i loro bastoni e le loro corde si muovessero. Mosè stesso, racconta il Corano, ebbe timore, ma poi ecco quello che accadde.
Leggiamo i versi 117 e 118 della sura Al-A'raf:
«وَ أَوْحَیْنَا إِلَىٰ مُوسَىٰ أَنْ أَلْقِ عَصَاکَ ۖ فَإِذَا هِیَ تَلْقَفُ مَا یَأْفِکُونَ ، فَوَقَعَ الْحَقُّ وَبَطَلَ مَا کَانُوا یَعْمَلُونَ
Noi ispirammo a Mosè: "Getta la tua verga". E quella inghiottì tutto quello che avevano fabbricato. (25:117)
Così si affermò la verità e vanificò quello che avevano fatto. (25:118)

Seguendo l'esempio dell'acqua il Corano ci suggerisce che uno dei segni del bene e' il fatto che esso e' utile alla gente mentre il male non lo e'; come l'acqua che e' il liquido della vita mentre la schiuma non serve a nulla.
Un altro dei segni del bene e' la sua umiltà mentre la superbia e' il distintivo del male.
Nel fiume la schiume sta sopra e molte volte copre la superficie mentre l'acqua, che e' la vera e utile parte, se ne scorre sola soletta lì giù, senza essere vista.
Un altro modo per individuare il bene e' riflettere sulla sua origine; il bene dipende sempre da se' e fa affidamente a se mentre il male, che non ha radice e non e' un qualcosa di autentico, cerca di travestirsi con i vestiti del bene e prendere credibilità in questo modo.
Ciò che rende fantastico questo paragone del Corano e' che oltre alla bellezza estetica e' un qualcosa che non può essere intaccato dal passare del tempo e gli uomini in ogni era possono comprenderlo.
Un altro aspetto del paragone, questa volta riguardante quello dei metalli, e' che nella vita bisogna impegnarsi e darsi da fare per distinguere il bene dal male.
Per dividere le impurità del metallo bisogna riscaldarlo al punto da renderlo liquido, nella vita, c'e' bisogno di sacrificio per poter sempre stare dalla parte giusta.
L'Imam Ali Ibne Abitaleb (la pace sia con lui) disse: "La giustizia e' la salvezza per coloro che la ricercano...".
Egli aggiunge: "Il bene e' come un animale che trasporta chi lo monta con serenità da qualsiasi parte ed infine lo fa scendere in una ombra tranquilla e beata".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna