Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Giovedì, 17 Settembre 2015 10:56

Parte (17): le 5 caratteristiche degli apostoli dei profeti del Signore

Parte (17): le 5 caratteristiche degli apostoli dei profeti del Signore
Nell'ultimo verso della sura Fath e' possibile trovare una delle espressioni più famose e meglio conosciute del Corano.Leggiamo insieme il verso:
Muhammad è il Messaggero di Allah e quanti sono con lui sono duri con i miscredenti e compassionevoli fra loro. Li vedrai inchinarsi e prosternarsi, bramando la grazia di Allah e il Suo compiacimento. Il loro segno è, sui loro volti, la traccia della prosternazione: ecco l'immagine che ne dà di loro la Torâh. L'immagine che invece ne dà il Vangelo è quella di un seme che fa uscire il suo germoglio, poi lo rafforza e lo ingrossa, ed esso si erge sul suo stelo nell'ammirazione dei seminatori. Tramite loro Allah fa corrucciare i miscredenti. Allah promette perdono e immensa ricompensa a coloro che credono e compiono il bene.

***

Il verso coranico descrive le caratteristiche dei compagni del profeta riferendo con precisione anche il modo in cui viene citata questa gente nel Vangelo e nella Torah.
Il versetto vuole insegnare ai fedeli come comportarsi per essere alla pari dei compagni del profeta; si devono avere sostanzialmente cinque caratteristiche:
1) Essere forti e resistenti dinanzi ai nemici e non avere paura di nulla ed affrontare i problemi con coraggio. Indubbiamente comportarsi violentemente ed ingiustamente con le persone criminali e' un qualcosa di necessario. Dinanzi a queste persone bisogna adoperare il massimo della forza per difendere i deboli. Pertanto la prima peculiarità dei compagni del profeta e' quella di essere duri con i nemici.
2) La seconda caratteristica dei veri musulmani e' essere affettuosi e solidali con i loro fratelli nella fede allo stesso modo che sono duri contro i nemici. In altre parole, richiamando anche il criterio precedente, il vero fedele e' un miscuglio di amore ed ira. L'Imam Sadeq (la pace sia con lui), il 6 Imam degli sciiti, affermò: "Il musulmano e' il fratello degli altri musulmani; a loro non fa del male, non li lascia soli, non li minaccia. Ed e' giusto che il musulmano lavori in connessione con i suoi fratelli e si impegni per il bene dei bisognosi e che sia affettuoso nei confronti del prossimo, come dice Dio nel Corano, e che abbia cura degli altri, nel modo in cui lo erano i medinesi al tempo del profeta.
3) La terza caratteristica del fedele e' quella di avere un legame stretto con Dio ed adorarlo. Nel senso che mentre il fedele svolge le attività di ogni giorno, va al lavoro, studia, si riposa, deve sempre tenere vivo nel cuore il ricordo di Dio ed e' proprio questo ricordo che in lui crea l'amore per i credenti ed il disprezzo per i miscredenti.
4) La quarta caratteristica e' la purezza negli intenti; insomma il buon credente deve agire per amore del cielo e non per mettersi in mostra con la gente o per obbiettivi terreni.
5) Ed infine, il quinto segno dei fedeli e' che la loro fronte e' solcata per via delle tante preghiere. Queste sono le cinque caratteristiche dei compagni del profeta che sono citate anche nella Torah, spiega il Corano.

Nel Vangelo invece, i veri compagni del profeta, spiega il Corano, sono indicati come delle piante che si riproducono in abbondanza e che hanno un seme fertile.
Un seme da cui scaturisce una pianta che viene perennemente alimentata e rafforzata, dalla fede, e che quindi diviene sempre più forte e grande. La crescita di questo seme e' tale da lasciar di stucco gli agricoltori e suscitare la loro meraviglia. Come le piante che si spargono, anche i veri compagni del profeta contribuiscono alla diffusione dell'Islam e per questo loro modo di essere, nell'altra vita, riceveranno "una grande ricompensa".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna