Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Giovedì, 06 Febbraio 2014 13:17

Meraviglie dell'Iran (33): regione dell'Azerbaijan Orientale, presentazione generale+IMMAGINI

Meraviglie dell'Iran (33): regione dell'Azerbaijan Orientale, presentazione generale+IMMAGINI
Salve signore e signori, salite subito sul nostro tappeto volante perchè oggi iniziamo il nostro viaggio in una nuova regione del fantastico Iran, una regione verdeggiante, dal clima fresco e temperato, una regione che ha dato i natali a grandi personaggi dell'Iran antico e moderno. Stiamo parlando dell'Azerbaijan Orientale, regione a nord-ovest dell'Iran.

 

All'estremità nord-occidentale dell'Iran si estende una zona verdeggiante e dalla natura rigogliosa che si chiama Azerbaijan. Questa regione non va confusa con l'omonima nazione che sta più a nord e che un tempo faceva parte dell'impero persiano ma oggi costituisce una nazione indipendente.

Tornando all'Azerbaijan, regione iraniana nord-occidentale, bisogna spiegare che negli ultimi anni, per via delle grandi potenzialità economiche e la gran forza delle popolazioni, questa regione è stata divisa in tre regioni, quella dell'Azerbaijan occidentale, l'Azerbaijan orientale e la regione di Ardebil.

Noi iniziamo il nostro viaggio in questa zona partendo dall'Azerbaijan orientale.

L'Azerbaijan orientale ricopre un'area di 26254 chilometri quadrati ed è una delle regioni importanti e popolose dell'Iran. A nord confine con la Repubblica caucasica dell'Azerbaijan e con la repubblica autonoma di Nakhjivan. Entrambi questi vicini, in un passato non molto lontano, ovvero circa 2 secoli fà, erano parte dell'Iran. A sud l'Azerbaijan orientale confina con le regioni di Zanjan ed Azerbaijan occidentale; ad est con la regione di Ardabil.

La storia dell'Azerbaijan è molto antica; 2600 anni fà questa terra era una delle maggiori province dell'impero dei Medi e veniva detta piccola "Media"; secondo alcuni storici la parola Azerbaijan proviene dal nome di Aturpat, condottiero iraniano del periodo di Dario terzo, ultimo re della dinastia Achemenide. Uno storico greco del 63 a.C. scrive che nel periodo di supremazia di Alessandro il Macedone sull'Iran nel 331 a.C., Aturpat si ribellò ai greci e liberò la piccola Media. Per questo la regione venne denominata Aturpatkan.

Considerando la testimonianza dello storico greco si pensa che il termine Aturpatkan si sia poi trasformato, con il tempo, in Azarbaigan, AzarAbadgan e Azerbaijan.

 

Dal punto di vista fisico l'Azerbaijan orientale è parte dell'altopiano iranico e si trova tra la Mesopotamia ed il Mar Caspio ed è caratterizzata da monti, valli e pianure. Il Monte Sahand, con 3722 metri di altezza è la massima cima di questa regione. L'Azerbaijan orientale ha anche altre montagne minori che creano panorami naturali molto graziosi.

Numerosi fiumi scorrono nella regione e sorgono in essa soprattutto frutteti; l'allevamento è una pratica molto diffusa e favorita dagli ottimi pascoli esistenti.

Ai piedi delle montagne sono frequenti anche le distese fiorite, con diversi tipi di fiori che attraggono numerosi visitatori.

L'Azerbaijan orientale, in generale, ha un clima fresco e temperato ma se vogliamo essere più precisi, la parte occidentale e meridionale di questa regione viene influenzata dalle correnti d'aria mediterranee e da quelle provenienti dal Mar Nero. Ad est invece si fa sentire l'influenza delle correnti d'aria del Marc Caspio; a nord, poi sono dominanti i sistemi provenienti dalla Siberia.

Il fiume più importante dell'Azerbaijan orientale si chiama Aras, e delinea il confine tra l'Iran e la Repubblica dell'Azerbaijan. Per via del suo clima favorevole, l'Azerbaijan orientale, è tradizionalmente uno dei poli dell'agricoltura e dell'allevamento dell'Iran.

I suoi prodotti principali sono grano, orzo, riso, barbabietola, cotone e verdure.

Oltre ai prodotti citati, l'attività dei frutteti in Azerbaijan è molto importante. In questa regione vengono prodotti tutti i tipi di frutta dell'Iran tranne quelli tropicali. La frutta prodotta in questa regione è di una qualità molto elevata e per questo viene esportata per la maggiorparte. Lo stesso vale per la frutta secca della regione. Germania, Italia, Svizzera, Inghilterra, Canada, Turchia, Russia, Ex Jugoslavia, Emirati ed Arabia Saudita sono i principali acquirenti dei prodotti agricoli di alta qualità di questa regione. Il capoluogo di provincia dell'Azerbaijan orientale è la famosa Tabriz, crocevia del commercio dell'Iran con l'Europa ed importante centro commerciale ed industriale, da diversi secoli.

Oltre alla produzione di prodotti agricoli e di allevamento, la regione è un polo industriale di grande importanza. Nei dintorni della città di Tabriz sorgono numerose cittadelle industriali. Teraktor Sazi', la compagnia di produzione dei macchinari agricoli, Machin Sazì, altro complesso attivo nel settore, Liftrak Sazì, Pomp Sazì e tante altre fabbriche che producono soprattutto macchinari industriali.

L'artigianato, poi, non ha nemmeno bisogno di presentazione.

Il tappeto di Tabriz è forse il più famoso e pregiato tappeto persiano al mondo, qualcosa che è ormai una eterna arte dell'Iran. Oltre alla richiesta interna, il tappeto di Tabriz viene acquistato soprattutto da Stati Uniti, Germania, Francia, Italia ed Inghilterra.

Altra grande risorsa della regione sono le miniere; quelle di rame vicino la città di Ahar, le pietre del cemento della città di Sufian ed altre miniere minori.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna