Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 13 Giugno 2011 09:44

Parte (22) : 'Dami-e-Goje Farangi' ( Riso Lessato al Pomodoro )

Il pomodoro  è una pianta annuale i cui frutti sono bacche dal caratteristico colore rosso alla base di molti piatti della cucina internazionale.
Tutte le parti verdi, comprese le melanzane verdi, sono tossiche, in quanto contengono solanina che non viene eliminata nemmeno per mezzo dei processi di cottura.
Molti coltivatori affermano che la qualità dell'acqua influisce sulla qualità dell'ortaggio, e la temperatura dell'acqua di irrigazione non deve mai essere tanto diversa dalla temperatura ambiente da causare shock termici. Per questo motivo si consiglia l'irrigazione mattutina.
Il pomodoro è nativo della zona del centro-Sud America e della parte meridionale del Nord America, zona compresa oggi tra i paesi del Messico e Perù. Oggi il pomodoro è ingrediente fondamentale delle ricette più amate del mondo e viene coltivato in tutto il mondo.
Nonostante quelle rosse siano le uniche presenti in commercio, le bacche del pomodoro possono assumere colorazioni differenti. Si va da quelle di colore bianco  a quelle gialle, rosa, arancioni, verdi anche a maturazione, e persino violacee. In alcune culture la buccia è leggermente pelosa, simile a quella di una pesca. Esistono pomodori lunghi, rotondi e molto grossi, a forma di ciliegia, riuniti in grappoli, e persino cavi all'interno.
La composizione del pomodoro è condizionata da numerosi fattori: varietà, condizioni ambientali, grado ed epoca di maturazione, ecc. A maturazione completa, il pomodoro si presenta di colore rosso vivo, con una parte commestibile superiore al 96%, giacché solo la buccia e i semi, oltre alla parte fibroso-legnosa, non sono assimilabili. Mediamente 100 g di pomodoro fresco sono costituiti da 93% di acqua, 2,9% di carboidrati, 0,2% di grassi, 1% di proteine e 1,8% di fibre.
Ottima fonte di vitamina C (25 mg): basta un bel pomodoro per coprire il 40% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C, importante perchè facilita l'assorbimento del ferro, influenza la formazione del collagene e contribuisce alla produzione di emoglobina e globuli rossi nel midollo osseo. Sono presenti anche: sottoforma di betacarotene la vitamina A, che mantiene forti i capillari, le unghie, i denti e le vitamine del gruppo B, in grado di favorire il ricambio e l’ossigenazione delle cellule.
Consumare costantemente pomodori facilita la digestione dei cibi che contengono fecole e amidi e aiuta ad eliminare l’eccesso di proteine che può essere provocato da un’alimentazione troppo ricca di carni. E’ anche un eccellente attivatore della mobilità gastrica e in molti casi risolve problemi relativi a digestione lenta o scarsa acidità gastrica. Svolge anche una sensibile azione disintossicante, dovuta alla buona presenza di zolfo.
Un bicchiere di succo di pomodoro al giorno tiene lontano il medico, o piu precisamente le malattie cardiovascolari.
Alcuni studi epidemiologici hanno rivelato che a un consumo regolare di pomodoro si accompagna una minore incidenza di diversi tipi di cancro, in particolare ai polmoni e allo stomaco. Il medesimo effetto protettivo si riscontra anche nei confronti di bocca, faringe e, sembra, anche della prostata, come emerso da uno studio condotto dall’Università dell’Illinois (Chicago) su persone con adenocarcinoma alla prostata.
L’uso del pomodoro è largamente diffuso nella gastronomia mondiale in particolare nelle insalate. Ora vogliamo insegnarvi un piatto tipico iraniano a base di pomodoro chiamato ”Dami-e-Goje Farangi” ovvero Riso Lessato al Pomodoro.
Per 4 o 5 persone ci vogliono questi ingredienti:
3 bicchieri di riso
6 o 7 pomodori fatti a pezzetti
Mezzo chilo di patate tagliate a dadini
Un cucchiaino di curcuma
Olio e sale
 
In una pentola cuocete i pomodori con 4 bicchieri d’acqua e un po’ di curcuma. Dopo aver fatto bollire per 5 minuti, uniteci il riso. A tutto questo aggiungete anche l’olio. Se il riso risulta denso versate un po’ d’acqua. Coprite bene poi la pentola, lasciate cuocere il vostro Damì per 30 minuti a fuoco basso. Buon appetito.
L’altro piatto di oggi è un buon antipasto chiamato “minestra di pomodoro”.
Per 7 persone ci vogliono questi ingredienti:
Un bicchiere di riso
Mezzo bicchiere di fagioli gialli
Mezzo chilo di verdure fresche tritate comprese prezzemolo, menta, erba cipollina, coriandolo e artemisia
Un cucchiaino di curcuma
4 cucchi d’olio
3 o 4 bicchieri di succo di pomodoro
Menta soffritta
Aglio
Pepe
 
In una pentola fate cuocere i fagioli gialli in un bicchiere d’acqua e un po di curcuma a fuoco basso. Uniteci poi le verdure e mescolate bene. Lasciate cuocere il composto ancora per altri 30 minuti. Nel frattempo fate cuocere il riso in 5 bicchieri d’acqua e toglietelo dal fuoco al dente. Lasciatelo raffredare. Poi schiacciate il riso e aggiungetelo al composto preparato da fagioli gialli e verdure cotte. Lasciatelo cuocere a fuoco basso. Dopo un po’ versateci anche il succo di pomodoro. Dopo 30 minuti la minestra è pronta per essere servita. Decoratela con l’aglio e la menta soffritta.
Amici e prima di lasciarvi non poteva mancare il piatto più classico a base di pomodoro, di fama internazionale ovvero l’omelette di pomodoro.
Dosi per 4 persone:
Una cipolla grande
6 pomodori
4 uova
Un cucchiaino di curcuma
Pepe e sale
2 cucchiai di olio
Fate soffriggere la cipolla tritata in una padella con un po’ di curcuma e pepe. Tagliate a dadini o grattuggiate I pomodori e metteteli nella padella. Aspettate che il succo di pomodoro evapori un po’. Alla fine della cottura aggiungete le uova. Agli ingredienti citati sopra potete aggiungere anche il peperone e il fungo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna