Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 16 Gennaio 2012 07:48

Piatti iraniani(33): Ghorme Sabzi

Piatti iraniani(33): Ghorme Sabzi
  - Salve gentili ascoltatori e benvenuti ad un altro appuntamento con il settimanale” piatti iraniani”.
Nelle precedetni puntate vi abbiamo parlato delle favolose caratteristiche delle verdure che si usano di frequente nella cucina del mondo e in particolare in quella persiana. Anche oggi come sempre iniziamo con la presentazione di un altra verdura profumata chiamata il fieno greco e in seguito vi insengeremo un piatto tipico iraniano, ovvero Ghorme Sabzi,  famoso anche fuori dei confine nazionali. Restate con noi!
 
***
 
È una pianta annuale, alta fino a 60 centimetri. Le foglie sono composte trifogliate, simili a quelle del trifoglio. Fiorisce da maggio a giugno. I frutti sono dei legumi di circa 8 cm conteneti una ventina di semi giallo-bruno e triangolari.
La pianta proviene dal Medio Oriente, in particolare dalla Persia, e dal Nord Africa. Adatta ad un clima asciutto accetta anche un terreno ad elevata salinità. Utilizzata in una lunga fascia a clima asciutto, dal Marocco all'Egitto, alla Persia, all'India e alla Cina.
I semi vengono comunemente e largamente utilizzanti in cucina. Ha un odore caratteristico per taluni di difficile apprezzabilità.
Le spiccate proprietà stimolanti del metabolismo e antianemiche sono dovute alla presenza di fosforo organico, lecitine, minerali (ferro, calcio e manganese in particolare), vitamine del gruppo B e di proteine ad alto valore biologico (contenenti tutti gli aminoacidi essenziali) che agiscono in sinergia stimolando diverse vie del metabolismo intermedio rivitalizzando quindi l'intero organismo.
I semi contengono acido fosforico e vengono usati da secoli come afrodisiaco.
Studi clinici dimostrano la validità dell'uso di questa pianta per la lotta al diabete: il decotto dei semi induce un abbassamento molto rapido del tasso di zuccheri nel sangue.
Per uso esterno è impiegato per foruncoli e paterecci che fa maturare, spurgare e risolvere rapidamente.
Nel settore cosmetico è utilizzato in preparati nutrienti per l'epidermide. I preparati giustamente dosati sono innocui: unica limitazione è l'odore acre e persistente, poco gradito ma utile a scacciare insetti molesti.
***
Cari amici Shanbalile o il fieno Greco è un ingrediente di base per la preparazione di un piatto tipico persiano chiamato Ghorme Sabzi noto anche come il piatto nazionale iraniano. Ghorme sabzi è una specie di stufato di carne cotto in una salsa di verdure aromatiche e fagioli rossi tra cui spicca il gusto del coriandolo fresco e il fieno greco. Munitevi di carta e penna e scrivete gli ingredienti necessari per 5 persone:
Mezzo chilo di carne tagliata a dadi
Una cipolla tritata
Mezzo chilo di verdure fresche comprese erba cipollina, prezzemolo e un po’ del fieno Greco
 
Mezzo bicchiere di fagioli borlotto
4 limoni secchi
Mezzo cucchiaino di curcuma
Sale e olio
 
Fate appassire la cipolla a fuoco medio-alto, quando è dorata aggiungerci la curcuma e dopo un minuto anche la carne. Dopo aver fatto cuocere superficialmente la carne, abbassate il fuoco. Aggiungete poi 6 bicchieri d’acqua, fagioli e fatelo cuocere per 3 ore.  Nel frattempo in una padella, soffriggete le verdure tritate e alla fine della cottura unitele alla carne. Aggiungete anche il limone secco. Lasciatelo cuocere ancora per altri 15 minuti. Prima di servire conditelo con il pepe e il sale secondo i propri gusti.
Attenzione a non renderlo troppo brodoso. Servite il ghorme sabzi con il riso basmati.
***
Cari amici c’è un altro stufato iraniano chiamato khoreshte Naana e Jafari ovvero lo stufato di menta e prezzemolo che si prepara come Ghorme sabzi solo che la mente e il prezzemolo sono le verdure principali usate in questa ricetta. E come il condimento si utilizza la mandorla immatura, la prugna fresca e abghure(succo di uva immatura).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna