Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Martedì, 18 Agosto 2015 17:09

Msf: in Birmania dopo le alluvioni rischio epidemie

Msf: in Birmania dopo le alluvioni rischio epidemie
RANGOON - Due settimane dopo le violente alluvioni che hanno colpito circa un milione di persone in Birmania, la popolazione deve affrontare il rischio di epidemie.

L'allarme è di Medici senza Frontiere che sta rafforzando la propria azione a supporto del governo. L'obiettivo è rispondere ai bisogni immediati ma anche evitare che si diffondano malattie trasmesse dall'acqua e dalle zanzare come la febbre dengue. La malattia è endemica in alcune regioni colpite, dove ora migliaia di persone vivono in campi di fortuna allestiti in scuole, monasteri e chiese. Stando al Ministero della Salute, tra gennaio e luglio un'epidemia di dengue ha già raggiunto 16.000 persone nel paese. Per combattere la diffusione di malattie nelle zone, Msf ha donato zanzariere e altri materiali, effettuato test diagnostici e supportato l'assistenza medica generale anche formando il personale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna