Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 02 Settembre 2013 08:23

Usa: Ron Paul denuncia bugie su attacco chimico in Siria

WASHINGTON - L'ex deputato del Congresso statunitense per lo Stato del Texas, Ron Paul ha detto alla FOXnews che l’attacco alla Siria e' la “false flag”, la falsa bandiera di Obama, premio Nobel della Pace.

Washington accusa il governo siriano del presidente Bashar al-Assad di aver lanciato un attacco chimico il 21 agosto contro le postazioni dei militanti nei pressi di Damasco e percio' deve essere "punito". Ma dopo il no della Gran Bretagna e della Nato, il presidente americano si sta preparando ad agire da solo, anche perché "a differenza del coinvolgimento degli Stati Uniti nel 2011 in Libia, le opzioni in considerazione per la Siria sono di scala inferiore e non richiederebbero una coalizione", ha scritto da parte sua il Wall Street Journal citando alcune fonti dell'amministrazione.

"Sicuramente a trarre beneficio da un eventuale intervento militare in Siria sono quelli di al-Qaeda", ha aggiunto Paul intervistato da Fox News. "Un paio di missili vengono sparati, un numero di persone perdono la vita e la colpa viene data al goveno di Assad", ha osservato. Secondo Paul "il piano d'attacco alla Siria assomiglia molto allo scenario che porto' all'aggressione contro l'Iraq nel 2003 quando gli Stati Uniti accusarono il regime di Saddam Hussein di essere in possesso di armi di distruzione di massa (WMD) del programma. L'intelligenza americana e' stata successivamente screditata". "Basta guardare quante bugie ci hanno raccontato di Saddam Hussein. Era pura propaganda", ha dichiarato. "Per quanto riguarda la Siria penso davvero che tutto sta avvenendo sotto la falsa bandiera della democrazia e dei diritti umani".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna