Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 22 Aprile 2013 10:51

Boston, Padre fratelli ceceni: miei figli incastrati da Fbi

Boston, Padre fratelli ceceni: miei figli incastrati da Fbi
Mosca - ''I miei figli sono innocenti. Li hanno incastrati, non sono terroristi''. Sono le parole di Anzor Tsarnaev, padre dei due fratelli ceceni sospettati dell'attentato alla maratona di Boston.

''Secondo me i miei figli sono stati incastrati dai servizi segreti perche' sono dei musulmani praticanti'', ha detto l'uomo parlando al quotidiano Komsomolskaya Pravda. "Ho saputo dell'accaduto dalla televisione", ha raccontato il padre, "la mia opinione e' che i servizi segreti americani hanno incastrato i miei figli perche' sono musulmani". Per Anzor Tsarnaev che vive in Daghestan, l'attentato sarebbe orchestrato dall'FBI che "teneva costantemente sotto sorveglianza il mio Tamerlan". Anzor ha aggiunto che suo figlio ha ricevuto una strana telefonata dopo le bombe a Boston. Qualcuno lo ha avvertito che per l'Fbi e' un sospettato. L'uomo ha detto che si rechera' presto negli Usa. I due sospettati per l'attentato della maratona sono Dzhokhar di 19 anni, arrestato e ferito in modo grave ma ancora vivo e il 26enne Tamerlan, morto in un ospedale di Boston il 19 aprile per le gravi ferite riportate in un conflitto a fuoco con la polizia. I due ragazzi sono in America da dieci anni con regolare permesso di soggiorno legato a motivi di studio. Dzhokhar frequentava una scuola di Cambridge grazie a una borsa di studio ricevuta nel 2011 e si allenava in una palestra di wrestling. Anche loro madre Zubeidat Tsarnaeva, in un'intervista a Russia Today si e' detta sorpresa: ''E' impossibile che abbiano fatto quelle cose. Miei figli non me lo avrebbero mai tenuto segreto. Se ci fosse stata una persona a saperlo sarei stata io. Ma non hanno mai detto una parola''. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna