Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Martedì, 29 Marzo 2016 22:18

Brasile, Impeachment più vicino

Brasile, Impeachment più vicino
BRASILIA - Il Movimento democratico (Pmdb), il principale partito politico in Brasile del vice presidente Michel Temer, ha deciso di abbandonare la coalizione di governo, avvicinando l'ipotesi di impeachment per Dilma Rousseff.
La mozione è stata approvata per consenso durante la riunione del consiglio di direzione che si è tenuto oggi a Brasilia. Il futuro del presidente brasiliano quindi da oggi è più a rischio. Durante la riunione, durata meno di cinque minuti, si sono udite grida contro il Partito dei lavoratori (Pt) della presidente Rousseff e a favore della transizione di Temer alla presidenza della Repubblica. In caso di destituzione di Dilma, infatti, sarà il vicepresidente a prenderne il posto fino alle successive elezioni. "In atto un golpe, vogliono che mi dimetta ma io difenderò Lula". La decisione di rompere la coalizione implica l'abbandono dei ministeri e di tutti gli incarichi governativi attualmente coperti da esponenti del Pmdb. Chi si rifiuterà di farlo - ha fatto capire il vicepresidente del Pmdb, Romero Jucà - rischia l'espulsione dal partito. Fonti giornalistiche non escludono che alcuni ministri restino lo stesso al lato di Dilma, lasciando volontariamente il Pmdb e aderendo ad altre sigle pur di continuare nel governo.L'addio del Pmdb che conta 69 seggi su 513, potrebbe essere solo l'inizio della fine per Rousseff che per essere destituita dovrà avere contro di lei due terzi (342) dei deputati. Infatti l'uscita del Pmdb potrebbe incoraggiare altri partiti membri del governo ad abbandonare. Tra questi i 49 deputati del centro-destra del Partito Progressista e i 32 dei Social Democratici di centro-sinistra. Entrambe le formazioni si incontreranno in settimana per decidere cosa fare. Per il leader del Pmdb la mossa di uscire potrebbe alla fine riuscire vincente: Michel Temer, 75 anni, resta comunque vicepresidente di Rousseff ed assumerebbe l'interim in caso di impeachment. Non solo. Lunedì ha incontrato Aecio Neves, il leader dell'opposizione sconfitto per un soffio lo scorso novembre da Rousseff.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna