Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 28 Marzo 2016 13:39

Turchia protesta per presenza diplomatici a processo Dundar

Turchia protesta per presenza diplomatici a processo Dundar
ANKARA - Il governo turco ha protestato presso le rappresentanze diplomatiche ad Ankara per la presenza dei consoli di alcuni Paesi membri dell'Ue al processo per spionaggio contro i giornalisti Can Dundar e Erdem Gul, e i relativi commenti e immagini diffusi on-line dai diplomatici.
"Abbiamo trasmesso la nostra irritazione ai rappresentanti dei Paesi coinvolti per i commenti diffusi sui social media, che potrebbero costituire un'interferenza con l'indipendenza del procedimento legale e che non rispettano i criteri di imparzialità", hanno spiegato fonti governative.Can Dundar e Erdem Gul, i due giornalisti del quotidiano di opposizione Cumhuryet accusati di spionaggio, rischiano l'ergastolo: subito dopo l'inizio della prima udienza il tribunale ha stabilito di condurre il processo a porte chiuse "per motivi di sicurezza nazionale"; il governo si è costituito parte civile contro gli imputati. Dundar e Gul erano stati arrestati nello scorso novembre dopo aver pubblicato nel maggio del 2015, un reportage sul ruolo della Turchia nel conflitto siriano e i possibili legami con i movimenti jihadisti nel Paese vicino, rivelazioni che avevano suscitato l'ira del governo; lo stesso presidente Recep Tayyip Erdogan aveva minacciato di far pagare a Dundar, direttore della testata, "un caro prezzo". Dopo tre mesi di detenzione in attesa di giudizio i due giornalisti erano stati rilasciati su sentenza della Corte Costituzionale; la Procura ha chiesto per gli imputati la pena dell'ergastolo e di ulteriori trent'anni di carcere.La vicenda ha suscitato lo sdegno dell'opposizione e delle ong per la difesa dei diritti umani sia in Turchia che all'estero, dove il processo è stato considerato la prova della volontà di Erdogan di mettere il bavaglio a qualsiasi forma di opposizione interna. Dall'elezione di Erdogan a Presidente della Repubblica, nell'agosto del 2014, oltre 2mila persone sono state incriminate per "insulto" al Capo dello Stato, secondo i dati forniti dallo stesso Ministero della Giustizia turco.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna