Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 18 Gennaio 2016 12:32

Ceca, Zeman contro i musulmani spinge fronte dell'intolleranza

Ceca, Zeman contro i musulmani spinge fronte dell'intolleranza
Prag - "La Repubblica ceca non può accogliere migranti dai Paesi mediorientali". Lo ha detto il presidente Milos Zeman definendo "impensabile integrare i profughi provenienti dai Paesi islamici".

"Non abbiamo obblighi in tal senso e secondo me non possiamo neanche farlo. Abbiamo già tanti problemi in casa - con tanti cittadini che vivono ai limiti della miseria - da non poterci occupare anche dei profughi". Le posizioni del capo dello stato ceco - che si aggiungono quelle del vicepremier Andrej Babis -, non sono una novità e coincidono con quelle espresse dall'assoluta maggioranza della popolazione di questo Paese, secondo i sondaggi con percentuali che sfiorano l'80%. Zeman nell'ultimo anno in più di una occasione si e' detto pubblicamente contrario a ogni ipotesi di accoglienza. "E' praticamente impossibile integrare la comunità musulmana nella società europea. L'esperienza di paesi occidentali, dove si sono creati ghetti e località di esclusione sociale ne sono la prova più evidente" ha ribadito Zeman nel corso di una intervista concessa ai media locali, senza mancare di aggiungere: "lasciamo che abbiano la loro cultura e le loro usanze nei loro paesi, ed evitiamo che le portino qui in Europa, se non vogliamo che si finisca come a Colonia" ha detto con riferimento alla questione di molestie sessuali nella città tedesca la notte di Capodanno. "L'integrazione è possibile solo con stranieri che hanno una cultura simile alla nostra, anche se le similitudini possono essere di varia natura" ha aggiunto Zeman, indicando come esempio di integrazione in Repubblica ceca gli ucraini e i vietnamiti, le minoranze straniere più numerose in questo Paese.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna