Notizie http://italian.irib.ir Sat, 22 Nov 2014 17:16:05 +0100 it-it Usa, Ferguson attende verdetto su uccisione Michael Brown http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173755-usa,-ferguson-attende-verdetto-su-uccisione-michael-brown http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173755-usa,-ferguson-attende-verdetto-su-uccisione-michael-brown Usa, Ferguson attende verdetto su uccisione Michael Brown
Washington - Le autorita' della citta' Ferguson, nello Stato americano del Missouri, vivono nel timore di nuove sommosse mentre si attende un 'verdetto' che potrebbe arrivare a breve: nei prossimi giorni, se non addirittura nelle prossime ore.

Secondo quanto riportato dai media locali, il 'grand jury' (organo che si occupa di stabilire se le prove raccolte sono sufficienti per iniziare un processo penale nei confronti di qualcuno), potrebbe rendere nota la sua decisione sull'incriminazione di Darren Wilson, agente di polizia che il 9 agosto scorso ha ucciso il 18enne afroamericano disarmato Michael Brown, ma che ha affermato di aver agito per legittima difesa mentre alcuni testimoni hanno riferito di aver visto il 18enne con le mani in alto quando veniva ucciso. Il fatto che la decisione sia imminente potrebbe aver spinto il presidente Barack Obama a fare un appello alla calma: "Prima di tutto vi chiedo di manifestare in modo pacifico", ha detto parlando  alla ABC News. "Il nostro e' un Paese che permette a chiunque d'esprimere le proprie opinioni, che consente di ritrovarsi pacificamente per manifestare contro cio' che e' ritenuto ingiusto ma - ha sottolineato - sfruttare la situazione come pretesto per la violenza e' contrario al diritto e contrario a cio' che siamo". Giovedi' scorso anche il padre di Michael Brown ha diffuso un video-appello alla calma: "Grazie per aver fatto sentire la vostra voce ma provocare rivolte, ferire o distruggere non e' la soluzione. Poco importa quello che decidera' il grand jury - ha sottolineato - io non voglio che la morte di mio figlio sia vana".

]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 16:16:19 +0100
Bahrain, urne aperte per le elezioni parlamentari http://italian.irib.ir/notizie/politica5/item/173754-bahrain,-urne-aperte-per-le-elezioni-parlamentari http://italian.irib.ir/notizie/politica5/item/173754-bahrain,-urne-aperte-per-le-elezioni-parlamentari Bahrain, urne aperte per le elezioni parlamentari
Manama - Si tratta delle prime votazioni parlamentari da quando quattro anni fa nel piccolo regno del Golfo Persico scoppiarono le proteste ispirate al recente Risveglio islamico (le cosiddette primavere arabe).

Questo mentre diversi gruppi politico-religiosi, movimenti ed associazioni di opposizione, fra loro al-Wefaq, la formazione sciita più organizzata e popolare del Paese, hanno chiesto un boicottaggio invitando i suoi sostenitori a non recarsi ai seggi. Sono 419 i candidati in corsa per i seggi municipali e parlamentari. I risultati iniziali delle elezioni sono attesi per domani; i candidati che non supereranno il 50% dei voti andranno al ballottaggio la prossima settimana.

]]>
Politica Sat, 22 Nov 2014 15:54:22 +0100
Iran/Nucleare, Kerry si consulta con colleghi di Germania e Francia http://italian.irib.ir/notizie/iran-news/item/173751-iran-nucleare,-kerry-si-consulta-con-colleghi-di-germania-e-francia http://italian.irib.ir/notizie/iran-news/item/173751-iran-nucleare,-kerry-si-consulta-con-colleghi-di-germania-e-francia Iran/Nucleare, Kerry si consulta con colleghi di Germania e Francia
Vienna - Il segretario di Stato Usa John Kerry si sta consultando con gli alleati su come superare gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento di un accordo sul nucleare iraniano, tre giorni prima della scadenza.
Il dipartimento di Stato Usa ha reso noto che Kerry incontrera' il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier all'arrivo di Steinmeier a Vienna. Kerry ha anche in programma colloqui con il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, che si trova gia' nella capitale austriaca, e con altri al telefono.
]]>
Iran News Sat, 22 Nov 2014 15:41:22 +0100
Madagascar, epidemia di peste: 40 morti e 119 casi http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173750-madagascar,-epidemia-di-peste-40-morti-e-119-casi http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173750-madagascar,-epidemia-di-peste-40-morti-e-119-casi Madagascar, epidemia di peste: 40 morti e 119 casi
Antananarivo - In Madagascar un'epidemia di peste ha causato la morte di 40 persone, e la malattia di origine batterica è stata diagnosticata a 119 persone da agosto ad oggi.
Lo ha reso noto l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). Una persona è morta e altre due risultato contagiate nella capitale, Antananarivo. L'Oms teme che l'epidemia possa diffondersi rapidamente nella città, la più grande e densamente popolata dell'isola, anche a causa delle carenze del sistema sanitario.
]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 15:30:34 +0100
Obama ci ripensa sulla missione dei soldati Usa in Afghanistan http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173744-obama-ci-ripensa-sulla-missione-dei-soldati-usa-in-afghanistan http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173744-obama-ci-ripensa-sulla-missione-dei-soldati-usa-in-afghanistan Obama ci ripensa sulla missione dei soldati Usa in Afghanistan
Washington - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha approvato silenziosamente nelle ultime settimane delle linee guida per permettere al Pentagono di prendere di mira combattenti talebani in Afghanistan nel 2015.
Ha quindo ampliato piani precedenti che avevano limitato l'esercito alle missioni antiterrorismo contro al-Qaeda. Lo hanno reso noto funzionari degli Stati Uniti ieri. La decisione del presidente permetterà anche all'esercito di dare sostegno aereo alle operazioni afghane quando necessario.
]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 13:26:06 +0100
Isis, il "pentito" vuole tornare a casa: picchiato e portato via http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173742-isis,-il-pentito-vuole-tornare-a-casa-picchiato-e-portato-via http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173742-isis,-il-pentito-vuole-tornare-a-casa-picchiato-e-portato-via Isis, il
Riyadh - Un 17enne, straniero, arrivato in Siria per unirsi ai gruppi armati antigovernativi, e' stato bastonato e arrestato dai militanti takfiri dell'Isis (Daesh in arabo) dopo essere stato sorpreso mentre parlava al telefono con la sua famiglia, chiedendo aiuto per tornare a casa.

A tradire il "pentito" e' stato un interprete, come riferisce oggi la tv satellitare saudita al Arabiya che cita come fonte il cosiddetto Osservatorio siriano per i diritti umani, che ha dei legami con l'Isis e altri gruppi estremisti, e che ha la sede a Londra. Secondo la fonte, il giovane "di nazionalita' straniera" (con ogni probabilita' occidentale) l'Isis lo ha prelevato da un internet point nella citta' siriana di Raqqa (dove si trova l'autoproclamato califfato di Abu Bakr al Baghdadi) subito dopo aver effettuato una telefonata con i suoi familiari nel suo Paese di origine", che pero' non viene indicato. Il ragazzo, stando a quanto hanno riferito testimoni oculari, sarebbe stato "tradito" da "un interprete che accompagnava i compagni del 17enne i quali lo avrebbero malmenato, ispezionato, perquisito e poi portato a una destinazione sconosciuta.

]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 11:18:20 +0100
Kenya, gli al-Shabab attaccano bus: 28 morti http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173739-kenya,-gli-al-shabab-attaccano-bus-28-morti http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173739-kenya,-gli-al-shabab-attaccano-bus-28-morti Kenya, gli al-Shabab attaccano bus: 28 morti
Nairobi - Militanti estremisti di al-Shabab provenienti dalla Somalia hanno dirottato un bus nel nord del Kenya e hanno ucciso 28 passeggeri che erano a bordo del veicolo.

Lo hanno riferito funzionari della polizia. Secondo due agenti il bus stava viaggiando verso la capitale del Kenya Nairobi, quando e' stato sequestrato a circa 50 chilometri dalla citta' di Mandera. Secondo quanto ricostruito dai due agenti, che hanno chiesto di rimanere anonimi, il bus aveva 60 passeggeri a bordo e alcune delle vittime erano dipendenti pubblici che si stavano recando a Nairobi per le vacanze di Natale, hanno aggiunto. Il Kenya e' stato colpito da una serie di attacchi attribuiti ai militanti provenienti dalla Somalia di al-Shabab, collegati ad al-Qaeda, da quando il Paese ha inviato soldati in Somalia nell'ottobre del 2011. Secondo le autorita' da allora ci sono stati almeno 135 attacchi, incluso quello al Westgate Mall nel quale vennero uccise 67 persone. Al-Shabab ha rivendicato la responsabilita' per l'episodio, avvenuto nel settembre del 2013. Il gruppo terroristico ha reso noto anche di essere responsabile di altri attacchi avvenuti in precedenza quell'anno sulla costa del Kenya, che avevano causato la morte di almeno 90 persone.

]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 10:42:09 +0100
Eurozona, Draghi non vede la ripresa: e' improbabile http://italian.irib.ir/notizie/economia/item/173738-eurozona,-draghi-non-vede-la-ripresa-e-improbabile http://italian.irib.ir/notizie/economia/item/173738-eurozona,-draghi-non-vede-la-ripresa-e-improbabile Eurozona, Draghi non vede la ripresa: e' improbabile
Bruxelles - “Una ripresa piu' forte e' improbabile nei prossimi mesi, con i nuovi ordini in calo per la prima volta dal luglio 2013″.
Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha commentato così il calo dell’indice di fiducia Pmi dell’Eurozona. Sottolineando che l’area della moneta unica ha bisogno di “appropriate riforme strutturali” per creare un ambiente imprenditoriale “dove i nuovi investimenti siano attraenti”. La Banca centrale europea, inoltre, e' “impegnata a ricalibrare le dimensioni, il ritmo e la composizione degli acquisti di titoli, se necessario, per rispettare il proprio mandato”, ha ribadito citando esplicitamente l’operazione, in gergo quantitative easing, messa in atto in passato dalla Fed e dalla Banca del Giappone per stimolare la ripresa dell’economia. E per quanto riguarda la situazione dell’inflazione nell’Eurozona, secondo il numero uno dell’Eurotower, “e' diventata sempre piu' difficile”. Il livello dei prezzi, aumentando troppo poco, potrebbe “complicare gli aggiustamenti tra i paesi dell’Eurozona, peggiorando gli effetti del debito” che grava su molti membri dell’area. Per questo, ha proseguito, faremo “tutto quello che dobbiamo fare per alzare l’inflazione e le aspettative d’inflazione il piu' veloce possibile”, e se l’attuale politica monetaria non e' efficace abbastanza “aumenteremo la pressione ampliando ulteriormente i canali attraverso cui interveniamo”.
]]>
Economia Sat, 22 Nov 2014 10:34:07 +0100
Usa estendono la missione in Afghanistan nel 2015 http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173728-usa-estendono-la-missione-in-afghanistan-nel-2015 http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/173728-usa-estendono-la-missione-in-afghanistan-nel-2015 Usa estendono la missione in Afghanistan nel 2015
 WASHINGTON-Il presidente americano ha firmato un ordine segreto che estende la missione in Afghanistan nel 2015.Il New York Times riferisce anche che la decisione garantirà un ruolo diretto delle truppe Usa nei combattimenti contro i talebani e altri gruppi di miliziani.

L'ordine di Obama, che autorizza anche l'uso di jet,bombardieri e droni,sarebbe il risultato delle tensioni intorno alla promessa di Obama di porre fine alla guerra in Afghanistan e le richieste del Pentagono di assolvere i compiti nel Paese prima del ritiro nel 2016.

]]>
Mondo Sat, 22 Nov 2014 08:04:54 +0100
Nucleare Iran, passo per passo con le trattative, Oggi Steinmeier a Vienna http://italian.irib.ir/notizie/dossier-nucleare/item/173716-nucleare-iran,-passo-per-passo-con-le-trattative,-oggi-steinmeier-a-vienna http://italian.irib.ir/notizie/dossier-nucleare/item/173716-nucleare-iran,-passo-per-passo-con-le-trattative,-oggi-steinmeier-a-vienna Nucleare Iran, passo per passo con le trattative, Oggi Steinmeier a Vienna
VIENNA-Mentre mancano solo tre giorno alla scadenza del termine massimo per i colloqui sul nucleare iraniano fissata per lunedì, riprenderanno ancora oggi sabato i colloqui tra Teheran ed il 5+1.

 

Ieri a Vienna è stata una giornata molto intensa sul fronte diplomatico.  Nella capitale austriaca si sono svolti degli incontri importanti tra il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ed i rappresentati del 5+1(Usa, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna più Germania).

Stando all'agenzia iraniana Fars News, Zarif ha incontrato ieri a porte chiuse il segretario di Stato americano John Kerry ed il negoziatore Ue Catherine Ashton.

Sempre venerdì il capo della diplomazia iraniniano ha tenuto anche degli incontri separati con  i suoi colleghi francesi e britannici, rispettivamente  Laurent Fabius e Philip Hammond.

Oggi sabato il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier parte per Vienna per unirsi alle trattative nuclearei.

Ancora non è chiaro però quando il ministro degli esteri russo, Serghiei Lavrov, sarà a Vienna. Però il ministero degli Esteri russo ha annunciato che gli incontri del Lavrov con i suoi omologhi di Tanzania e Brundi,  fissati per domenica, sono stati cancellati.

Nelle ore scorse era circolata la notizia che Zarif avrebbe lasciato i negoziati sul programma nucleare iraniano in corso a Vienna e che stesse partendo per Teheran per delle consultazioni sul futuro dei colloqui. La notizia è stata subito smentita dalla portavoce del ministero degli Esteri iraniano Marzieh Afkham.

 

 

 

 

]]>
Nucleare Sat, 22 Nov 2014 06:59:50 +0100