Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
MOSCA - Le accuse dei media occidentali secondo cui gli attacchi aerei russi in Siria non sarebbero contro "gli obiettivi di ISIS" sono disinformazione, ha riferito oggi il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov.
Pubblicato in Mondo
VIENNA - Stati Uniti, Russia, Iran e altri 14 Stati hanno chiesto oggi una tregua generale in Siria, dilaniata da quattro anni di guerra civile, e la ripresa dei negoziati tra il presidente Assad ed opposizioni sotto l'egida delle Nazion Unite.
Pubblicato in Politica
VIENNA - Il governo iraniano resta fermo nel sostenere il presidente siriano Bashar al-Assad.
Pubblicato in Politica
Venerdì, 30 Ottobre 2015 17:58

Siria: Washington cambia idea

La Casa Bianca ha cambiato posizione in merito alla sorte del presidente siriano Bashar Assad ed è disposta a discutere del suo futuro nei negoziati in corso a Vienna sulla normalizzazione della crisi siriana, scrive il "Wall Street Journal" citando una fonte nell'amministrazione americana.
Pubblicato in Articoli
Venerdì, 30 Ottobre 2015 17:50

Siria: unione al-Nustra/Isis ad Hama

MOSCA - I militanti dell'Isis e di Jabhat al-Nusra - la branca siriana di Al-Qaida - hanno deciso di unirsi nella provincia siriana di Hama: lo sostiene il vice capo dello Stato Maggiore Andreo Kartapolov.
Pubblicato in Mondo
VIENNA - Gli Stati Uniti, la Russia e altre potenze regionali e mondiali stanno elaborando un nuovo piano per ottenere un cessate il fuoco in Siria nei prossimi quattro/sei mesi.
Pubblicato in Mondo
Venerdì, 30 Ottobre 2015 15:53

Siria: Usa inviano forze speciali a nord

NEW YORK - L'amministrazione Obama si appresta ad annunciare il dispiegamento di un piccolo numero di forze speciali Usa nel nord della Siria.
Pubblicato in Mondo
Venerdì, 30 Ottobre 2015 13:29

Siria: Kerry, ottimista ma strada dura

VIENNA - "Sono ottimista sul fatto che si possa trovare una strada per andare avanti, ma è molto difficile".
Pubblicato in Politica
LONDRA - Gli americani avevano votato Barack Obama, nella speranza che gli Stati Uniti non venissero più coinvolti in guerre d'altri. Tuttavia la politica della Casa Bianca in Siria è perdente, pertanto Washington rischia di avviare un'operazione militare di terra, ritiene il direttore dell'Independent David Usborne.
Pubblicato in Mondo
DOHA (IRIB) - Il ministro degli Esteri del Qatar Khalid al-Attiyah ha affermato che il suo Paese non esclude un intervento militare in Siria. La dichiarazione sembra propagandistica, perché il Qatar è un Paese piccolo, ma molto ricco.
Pubblicato in Mondo