Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Lunedì, 22 Giugno 2015 06:54

Islam, la mia scelta (99): la storia di Maria

Islam, la mia scelta (99): la storia di Maria
"Serenità" è il termine con cui gli psicologi descrivono la condizione emotiva individuale caratterizzata, a livello interiore ed esteriore, da tranquillità e calma non solo apparente, ma talmente profonda da non essere soggetta, nell'immediato, a trasformazioni di umore, ad eccitazioni o perturbazioni tali da modificare significativamente questo stato di pace.

La serenità è una componente rilevante nel costituire il benessere emotivo dell'uomo; secondo alcune teorie essa è talmente rilevante da costituire una condizione necessaria e sufficiente per la felicità dell'essere umano. E l’essere umano cerca sempre, per sua natura, di raggiungere questa tranquillità e serenità in particolare quella interiore. Una vita religiosa basata su norme divine aiuta molto l’uomo a trovare la pace e la soddisfazione interiore e a superare le difficoltà affrontate nella vita. I filosofi, gli intellettuali, i medici, gli artisti e tutti quanti sono alla ricerca delle vie che portano alla felicità e vogliono trovare delle scorciatoie per sfuggire alle preoccupazioni ed ai dolori. Però tutte le scelte da loro proposte procurano al massimo una felicità immaginaria oppure parziale. In molti casi queste sono delle medicine che ci aiutano temporaneamente, mentre, quando il loro effetto finisce, le afflizioni si raddoppiano.

Questo può spiegare perchè alcune persone commettono il suicidio pur essendo in buone condizioni economiche .

Una realtà che non si può negare è che la felicità eterna non si può raggiungere, tranne che con la fede nel Signore ed inseguendo la Sua guida. Dato che Egli ha creato l’umanità, sa benissimo ciò che la rende felice, ciò che è benefico per essa, ciò che la affligge e ciò che la danneggia .Amici, Maria, dalla Romania, è una di quelle persone che nel corso della sua ricerca per raggiungere la serenità interiore, ha conosciuto l’Islam ed ha trovato quella sua verità perduta in questa religione divina. Vi invitiamo a seguirci anche oggi!

***

Maria, non era mai un personaggio eccezionale, nè un’attrice famosa nè una scienziata celebre, lei era una semplice ragazza che era ormai stanca delle regole materiali che governavano la sua società: cercava la verità della vita. Lei parlando al riguardo ci racconta:”A 12 anni mi trovavo in una vera e propria crisi sprituale. Nella mia mente curiosa, c’erano numerose domande sull’esistenza di Dio. Leggendo i testi cristiani, non li trovai convincenti. Quindi, mi rivolsi alle religioni orientali. Però studiando i loro principi rimasi ancora una volta delusa, senza trovare quella tranquillità che cercavo. In quegli anni in Iran, un grande evento stava per avvenire. Alla nostra tv, a volte venivano trasmessi programmi che riguardavano gli ultimi sviluppi in Iran. Ed erano in quei programmi che io per la prima volta vidi l’Imam Khomeini. Mia nonna mi diceva sempre che un giorno il pensiero di questo grande uomo avrebbe scosso il mondo. A quell’epoca io non capivo bene ciò che mia nonna diceva. Però ben presto capii che lei aveva ragione”.

***

“Qualche anno dopo, io entrai all’università e là conobbi alcuni musulmani. A quell’epoca, nei paesi del blocco orientale, grazie alla vittoria della rivoluzione islamica in Iran, l’Islam venne conosciuto e diffuso rapidamente. Io, sentendo le notizie che ci arrivavano dall’Iran e dalla rivoluzione iraniana, mi incuriosii di conoscere il leader di questa rivoluzione, cioè l'imam Khomeini ed i principi islamici che l’avevano ispirata. Leggendo diversi testi islamici, tra cui il Corano, il sacro libro dei musulmani, mi resi subito conto che la fede islamica è una religione molto attiva e aggiornata.

Gli insegnamenti islamici sono del tutto conformi alla natura umana. La bellezza straordinaria delle parole e del contenuto del Corano erano infatti come l’acqua fresca che dissetava la mia animia stanca. Appena avevo tempo libero cominciavo a leggere questo libro celeste ed ogni volta ci trovavo delle nuove verità stupende. Nel Corano si parla di tutto, dai temi filosofici molto importanti come quelli della creazione dell’Universo e dell’uomo fino a quelli che riguardano la nostra vita mondana. Io finalmente dopo anni di dubbio e incertezza, avevo trovato quella certezza e razionalità che cercavo da tanto tempo. E fu così che io

diventai musulamana. Dopo la mia conversione scelsi il nome di Zahra. Io poi insieme a mio marito mi trasferii in Iran per continuare lo studio in odontoiatria ed ancora oggi noi viviamo in questo paese. L’unica cosa che posso dire è che il Signore mi fece grazia di guidarmi verso la Salvezza e la pace.“, conclude la neo-musulmana Zahra.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna