Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Sabato, 30 Maggio 2015 06:08

Islam, la mia scelta(97):Clara Lantsel

Secondo la religione islamica, la ricerca della pace universale deve passare attraverso la ricerca della pace con se stessi. Ne consegue dunque che, per porre le basi di una pace che interessi il maggior numero possibile di umani, bisogna prima infondere la pace nei recessi più profondi della coscienza dei singoli individui; infatti ciascuno di noi ricopre un ruolo fondamentale nell’affermazione della pace, poiché la società si sviluppa a partire dai singoli.

Il credo islamico è per propria natura semplice ed immediato; la sua dottrina è razionale e logica, immediatamente recepibile, diretta a tutti gli uomini, senza distinzione di razza o di censo, qualunque sia il loro grado d’istruzione.
Dio creando l’uomo gli da le Sue istruzioni, affinché questi possa agire al meglio e conseguire il successo spirituale in questa vita e nell’aldilà, l’Altissimo stabilisce con lui un rapporto diretto, vietando a chiunque di porsi come intermediario tra Lui e le Sue creature. Dio dichiara di essere molto vicino all’uomo, sempre attento alle sue invocazioni e alle sue preghiere, perché Egli si preoccupa di tutte le Sue creatura:
“Quando i Miei servi ti chiedono di Me, ebbene, Io sono vicino; ed esaudirò la preghiera di chi prega, quando Mi prega. Procurino quindi di rispondere al Mio richiamo, e credano in Me, sì che possano essere ben guidati”, (Corano, 2:18).
Amici vi raccontiamo oggi la storia di una neo-musulmana austriaca, Clara Lantsel, che colpita dalle norme ragionevoli della fede islamica, ha deciso di diventare musulmana, seguiteci numerosi!
***
Per molti seguaci del Cristianesimo, il concetto della Trinità che sta alla base dei principi cristiani sembra sempre illogico quindi paragonando questa fede con altre religioni, in particolare con l’Islam, trovano quest''ultima una religione conforme alla natura ed alla ragione umana. Clara Lantsel, che dopo la conversione all’Islam ha scelto il nome di Zainab parlando al riguardo ci spiega: ”Secondo me il Cristianesimo per alcuni suoi concetti non molto chiari e illogici perde facilmente i suoi seguaci, sopratutto tra i giovani che si servono delle argomentazioni ben fondate per accettare una dottrina. Nella vita, per raggiungere un obiettivo, uno deve sforzarsi al massimo. Un atleta per ottenere una medaglia deve prepararsi bene e tenersi sotto duro allenamento. Quindi anche per potere raggiungere gli alti livelli di spiritualità non si può fare a meno di praticare precisamente gli insegnamenti e le pratiche di una dottrina divina. Quella versione del Cristianesimo presentata dai vangeli e dai testi sacri non è molto precisa e gli insegnamenti cristiani non sono in grado di soddisfare le esigenze quotidiane della nostra vita. Io nella mia vita cercavo sempre una dottrina religiosa che offrisse un piano ben preciso e chiaro per guidare l’essere umano verso la Salvezza. E il Cristianesimo non era quella religione”.
***
“Io ho conosciuto l’Islam per la prima volta attraverso gli iraniani che erano venuti in Austria per la cura. Loro erano o feriti o intossicati dalle bombe chimiche lanciate da Saddam Hussein durante la guerra Iran-Iraq. A quell’epoca ero una ragazzina. Loro malgrado la dure sofferenze e il dolore che subivano a causa delle loro ferite si comportavano in modo molto gentile e simpatico. Alcuni di loro aveva perfino un volto deformato o avevano perso mani e piedi però non avevano perso l’anima ed erano molto attivi e vivaci e tutto cio'' nasceva dalla loro forte fede nell’Islam. Io mi chiedevo sempre che cosa fosse questa fede che li rendeva così forti e gentili. E fu così che molti anni dopo per conoscere bene questa religione cominciai a condurre delle ricerche. Uno dei temi interessanti che attirò molto la mia attenzione fu il concetto della famiglia nell’Islam. La fede islamica attribuiva una grande importanza alla formazione ed al fatto di avere una famiglia. Tutto cio'' mentre nel mondo cristiano la vita da single veniva stimata sempre di più. Infatti nella dottrina cristiana non c’erano insegnamenti molto precisi e concreti per la vita quotidiana di un fedele. Mentre l’Islam bilanciava l’aspetto spirituale e quello materiale della vita. Quindi io vedendo le norme logiche della fede islamica decisi di scegliere l’Islam come mio modo di vita e di diventare musulmana” conclude Zainab, la neo-musulmana austriaca.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna