Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Mercoledì, 28 Gennaio 2015 08:34

Islam, la mia scelta(87): Betty Bowman

Islam, la mia scelta(87): Betty Bowman
L’essere umano occupa una posizione singolare nella visione islamica del mondo.Nell’Islam, infatti, gli esseri umani non sono considerati esclusivamente come animali dalla statura eretta che possiedono unghie piatte, che camminano su due gambe e parlano. Come è scritto nel Sacro Corano, essi sono molto più complessi e misteriosi di quanto la parola “essere umano” possa lasciare intendere.

Nel Corano, Sacro Libro  dei musulmani, gli esseri umani sono elogiati e, allo stesso tempo, biasimati ripetutamente: per loro vengono utilizzati i migliori encomi e i peggiori rimproveri. Essi sono considerati superiori ai cieli, alla terra e agli angeli e, allo stesso tempo, inferiori alle bestie da soma e ai demoni; sono considerati delle creature in grado di conquistare il mondo e di mettere al proprio servizio gli angeli, eppure così deboli da poter sprofondare nella più infima bassezza.
Sono gli esseri umani, quindi, che devono decidere per se stessi e determinare il loro destino.
Gli esseri umani sono i vicari di Dio sulla Terra:
“Egli è Colui che vi ha costituiti Suoi vicari sulla terra per provarvi in quel che vi ha dato.” (Sacro Corano, Sura al-An'am, 6:165).
Amici in questa puntata vi presenteremo Betty Bowman, la neo-musulmana americana che dopo aver dimenticato per un certo periodo questo incarico di Vicario di Dio sulla terra, è tornata a ricordarlo scegliendo la fede islamica. Seguiteci numerosi!

***

Betty Bowman è nata negli Stati Uniti. Lei ha una grande passione per la lettura e per i libri. Prima di convertirsi all’Islam, Betty aveva già letto oltre mille libri. La maggior parte di essi riguardavano la spritualità come la Bibbia, la storia dell’Ebraismo, del Buddismo ed altre religioni del mondo. Alcuni libri, tra cui “Malcolm X” le hanno aperto nuove porte verso la conoscenza della verità. Lei parlando al riguardo racconta: ”Leggendo il libro “Malcolm X”, venni a conoscenza dell’Islam, una religione non molto conosciuta per me. Nel mio paese i media cercavano sempre di rappresentare l’Islam come una religione violenta ed illogica mentre tutto ciò che avevo letto in quel libro constratava l’immagine che essi volevano farci credere. Quindi per scoprire la verità su questa fede sono andata ad un centro islamico di Los Angeles a frequentare corsi sull’Islam. Là riuscii a trovare la risposta alle mie domande che tormentavano da tempo la mia mente curiosa. Man mano approfondendo la mia conoscenza sull’Islam, mi interessai molto a questa religione. A dire il vero, gli insegnamenti islamici mi rassicuravano il cuore e mi davano un senso di soddisfazione. Infatti il Signore mi stava guidando verso il Suo cammino. In quel centro studiavamo anche il Corano, il libro sacro dei musulmani. La bellezza e le meraviglie di quei versetti divini mi colpirono molto. Leggendolo mi sentivo sempre più vicina al Signore. Secondo me, il compito più importante di ogni musulmano è quello di dedicare ogni giorno un po’ del suo tempo a leggere e capire i vesetti di questo libro sacro. La lettura del Corano mi fa viaggiare in un altro mondo, un mondo pieno di una gioia vera ed infinita”.



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna