Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Venerdì, 03 Agosto 2012 06:21

Siria, l'ordine dell'attacco lo diede Bush

Gli sforzi a tutto campo degli Stati Uniti d'America per rovesciare il governo di Bashar al-Assad iniziarono al tempo di Bush dato che secondo le previsioni dei neocons, conquistare la nazione, dopo la Libia, era essenziale per i piani di dominio degli States nel mondo.

 

Le attività di cine-spionaggio Usa

La rete iraqena Nahrein net ha riferito che l'intelligence cinese ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno in atto uno dei più grandi progetti di cine-spionaggio di tutti i tempi. Secondo la relazione dei cinesi, la casa cinematografica Metro-Goldwyn-Mayer, starebbe lavorando giorno e notte nei suoi studi di Hollywood per preparare filmati sulla Siria. Zonko King Bao, portavoce dell'intelligence cinese, il pezzo da novanta di questa attività, nei prossimi giorni, sarà il confezionamento di un falso filmato che mostrerà il rovesciamento di Assad quando egli sarà ancora al potere. Il portavoce cinese, ha comunque dichiarato che il suo paese non lascierà sola la Siria dinanzi ad un simile complotto internazionale.

Ishma Songa, un'altro portavoce dell'intelligence cinese, intervistato dal secondo canale della tv russa, ha spiegato che 36 miliardi di dollari sono stati stanziati per ricostruire a Philadelphia il palazzo presidenziale, il monte Qasiyun, l'aeroporto di Damasco, lo stadio Abbassiyan, la libreria presidenziale e case simili a quelle degli ufficiali dell'esercito siriano. Il portavoce cinese ha dichiarato che in base alle loro informazioni i soldi per il progetto sono stati messi a disposizione da Qatar, Arabia Saudita ed Oman.

La guerra psicologica organizzata da Israele

Un altro aspetto della guerra contro la Siria che ne dimostra la pianificazione da tanti anni fà, è la sistematica guerra psicologica contro il governo Assad che Israele ha organizzato attraverso un folto team di psicologi ed attraverso i media occidentali. Il settimanale Al-Majd della Giordania, che ha ripreso un resoconto del quotidiano dell'Università israeliana di Haifa, spiega che decine degli articoli diffusi sui media approposito della Siria erano stati scritti attentamente e con precisi obbiettivi da psicologi che cercavano di innalzare un'ondata di sdegno contro la Siria. In queste operazioni di propaganda Israele avrebbe usato 70 studiosi di psicologia che conoscono pure la lingua araba. L'unità militare israeliana incaricata di queste azioni si chiamerebbe Malat.

Gli sforzi per corrompere i media favorevoli al governo siriano, l'invio di armi ai ribelli, e decine di altre misure sistematiche, confermano che gli Stati Uniti, avrebbero preparato da lungo l'azione contro la Siria.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna