Questo sito e’ chiuso. Ci siamo trasferiti su: Parstoday Italian
Martedì, 05 Agosto 2014 13:40

Palermo: in difesa della sovranità. Serata di solidarietà con il popolo No Muos

PALERMO-Nell’ambito della manifestazione “Un’Estate con SiciliAntica” si terrà Mercoledì 6 agosto 2014 alle ore 18,30 a Palermo, nello spazio Pyc, in via De Spuches, 20, l’iniziativa “In difesa della sovranità. Serata di solidarietà con il popolo No Muos”.

L’incontro prevede la spiegazione di come funziona e gli scopi per cui è stato a Niscemi installato il  Muos e gli effetti sulla salute dell’uomo, un video sulle battaglie portate avanti in questi anni dal Movimento No Mous, la visita guidata alla mostra fotografica, ospitata negli stessi locali, dal titolo “R’esistenza No muos”, infine una riflessione a più voci sul tema: “Da Comiso a Niscemi, storia del movimento antimilitarista”.

 Il Movimento No Muos nasce intorno al 2006, quando si inizia ad installare nella sughereta di Niscemi in provincia di Caltanissetta, area protetta di interesse comunitario, il sistema di telecomunicazione satellitare della Marina Militare USA, denominato M.U.O.S. (Mobile User Objective System) che consente di guidare i droni, aerei senza pilota, cioè di fare la guerra con la comodità di un videogioco. Le micidiali parabole dovevano essere installate inizialmente a Sigonella. La scelta del sito di Niscemi venne fatta dai comandi militari americani, in seguito alla studio da loro stessi effettuato sulle onde elettromagnetiche generate dal Muos: lo studio accertò l’alto rischio che le emissioni potessero avviare la detonazione degli ordini ospitati a Sigonella.

Per il suo altissimo potenziale elettromagnetico che mette a rischio la salute di chi abita vicino (e non solo) e attenta ai delicati ambienti circostanti, a Niscemi, ma anche nei territori circostanti, Modica, Ragusa, Piazza Armerina, Caltagirone, cominciano ad organizzarsi comitati con la contemporanea attivazione di consistenti gruppi in tutta la Sicilia e in Italia costituiti da associazioni, centri sociali, gruppi studenteschi, sindacati. Nel 2012 nasce il Coordinamento dei Comitati, sulla base della condivisione di principi fondanti come l’antimilitarismo, l’ambientalismo, l’antifascismo, l’antirazzismo e l’antimafia, espressi nella Carta d’Intenti. A dare forza agli attivisti intervengono le Mamme No Muos, in prima fila ad organizzare i blocchi per fermare la grande gru utilizzata per issare le parabole. Un sostegno arriva anche dalle istituzione tramite il Coordinamento dei Sindaci No Muos dei comuni di Vittoria, Acate e Mirabella Imbaccari, Aidone, S. Michele di Ganzaria, San Cono, Caltagirone, S. Alfio ed Enna.

Fonte: osservatorio-sicilia.it

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna